qualcomm-snapdragon

Samsung starebbe cercando di risolvere il surriscaldamento dello Snapdragon 820

Nicola Ligas

Qualche mese fa accennammo al fatto che, proprio come il suo predecessore, Snapdragon 820 potrebbe avere un problema di surriscaldamento, e se crediamo ad un report proveniente dalla Corea, ci sarebbe del verso sotto, al punto che Samsung starebbe cercando già ora di risolverli.

L’azienda coreana sembra infatti piuttosto decisa ad impiegare il SoC di Qualcomm nel prossimo Galaxy S7, quantomeno in una sua variante, ed una patch per correggere i problemi del processore dovrebbe arrivare già entro fine mese, ma se questo non bastasse, l’azienda coreana sarebbe pronta ad impiegare anche soluzioni di dissipazione hardware per contenere le temperature, segno del suo impegno con Qualcomm.

LEGGI ANCHE: Risultati altalenanti per Snapdragon 820

Samsung è probabilmente attratta dalle promesse dello Snapdragon 820 (grafica più veloce del 40%, consumi migliorati della stessa percentuale), e forse non è pronta con una sua soluzione di pari fascia a 14 nm; in ogni caso continuano i lavori sull’Exynos 8890, che potrebbe essere a sua volta presente su una delle versioni dello smartphone.

Quel che è certo, se prendiamo per buono l’arrivo a gennaio di Galaxy S7, è che Samsung non ha poi tutto questo tempo per sistemare le cose, e che Qualcomm, dal canto suo, non può fare altri passi falsi come lo scorso anno, ed in generale non può permetterselo l’intero settore mobile, che mai come ora avrebbe bisogno di un non-monopolio, quantomeno nella fascia alta (Intel, ci sei? – NdR).

Via: SamMobileFonte: Business Korea
qualcommSamsung Galaxy S7