GNURoot

Una completa installazione Linux nascosta fra le app: ecco come fare, con GNURoot (foto)

Leonardo Banchi

Tutti gli “addetti ai lavori” del campo dell’informatica sanno sicuramente quanto può essere utile, in alcune situazioni particolari, potersi affidare all’uso di certi applicativi prerogativa dei sistemi Linux. Cosa fare, però, se non volete essere costretti a portare sempre con voi il vostro portatile? La risposta risiede nel vostro smartphone, che grazie a GNURoot può trasformarsi facilmente in una installazione completa di una distribuzione Linux.

A dispetto del nome, infatti, GNURoot non necessita infatti dei permessi di root, e il suo utilizzo non richiede complicate operazioni o particolari settaggi: un paio di tap, e avrete un’installazione Debian, Gentoo o Fedora (o altre) pronta per utilizzare strumenti come ssh, wget e perfino il gestore di pacchetti apt-get.

Come installare GNURoot

Le installazioni di GNURoot si distinguono sostanzialmente per la distribuzione che vorrete installare. Cercando GNURoot sul Play Store, infatti, avrete a disposizione varie possibilità (attenzione a scegliere quelle create da Corbin Champion): alcune (Gentoo, Wheezy, Fedora) faranno da compendio all’app GNURoot, mentre altre come GNURoot Debian possono essere utilizzate in modo indipendente. La nostra guida segue quest’ultimo caso.

LEGGI ANCHE: Un comodo client SSH per Android: JuiceSSH

Per configurare GNURoot Debian dovrete seguire questi semplici passi:

  1. Installate l’applicazione
  2. Aprite l’app e portatevi sulla scheda Install/Update
  3. Premete il pulsante “Install/Reinstall” e attendete la fine delle esecuzioni delle istruzioni nel terminale
  4. Premete il pulsante “Patch Installation”
  5. Utilizzate il pulsante “Install X Support” per l’esecuzione corretta di applicazioni all’interno di X

A questo punto potrete recarvi all’interno della tab “Launch” per avviare la vostra distribuzione Debian a riga di comando, o per aprire una sessione grafica.

Download gratuito

GNURoot è disponibile gratuitamente sul Play Store, ed è sorprendente come pochi tap possano mettere a vostra disposizione, in mezzo a tutte le altre app e senza richiedere modifiche al sistema, tutta la libertà possibile all’interno di un vero e proprio sistema Linux. Mettetelo quindi alla prova e fateci sapere nei commenti: quale è lo strumento del quale non siete davvero riusciti a fare a meno?

Google Play Badge