Huawei Nexus 6P - 8

Google saprà sempre se avete sbloccato il bootloader di Nexus 6P

Lorenzo Quiroli -

Nexus e modding sono storicamente andati a braccetto: i dispositivi di Google sono sempre stati dedicati agli sviluppatori e agli smanettoni infatti, ma forse in questo caso BigG ha preso una scelta differente. Su Huawei Nexus 6P è infatti presente QFuse, una sorta di fusibile che si brucerà in caso di sblocco del bootloader, rimanendo poi in uno stato permanente.

Ecco la descrizione di QFuse:

Qfuses are one-time-programmable (OTP) elements that are used to enable and disable security and debug features of the MSM7xxx device. The Qfuses are implemented as anarray of one-bit fuse blocks. The Qfuse banks are used for two purposes — providing non-volatile, immutable storage of data, and configuration of hardware features. For immutabledata storage, the Qfuses are read via a shadow register which contains the actual valuestored and includes error correction.For configuration, each Qfuse is associated with a one-time write register. The value of each Qfuse is sensed at powerup and stored in a register. Blowing Qfuses is done byplacing a value to a register and applying current to the fuse. The fuse registers are accessible through JTAG and software readable address locations.

Insomma, il risultato è che Google saprà sempre se avete sbloccato il bootloader del vostro Nexus 6P e non c’è alcun modo per riportare il QFuse al suo stato originale. Nel bootloader potete vedere lo stato di QFuse grazie all’apposita voce in elenco.

Non sappiamo ancora quali siano le ripercussioni in termini di garanzia o di uso di Android Pay (per non parlare del valore di vendita), ma vi terremo aggiornati sull’argomento. QFuse non sembra essere presente su Nexus 5X.

Fonte: Reddit