Nvidia - Samsung - Qualcomm

Samsung dichiarata innocente delle accuse di NVIDIA

Andrea Centorrino -

Non è una novità che le grandi società si diano battaglia in tribunale: Samsung contro Apple, Microsoft contro Google, scozzesi contro scozzesi (cit. Simpson), e NVIDIA contro Samsung; proprio quest’ultimo scontro, iniziato a settembre 2014, oggi ha segnato una prima vittoria della società coreana negli Stati Uniti.

Oggetto della disputa sono alcuni brevetti di NVIDIA che sarebbero stati utilizzati impropriamente non soltanto da Samsung con le GPU dei suoi Exynos, ma anche da Qualcomm con le sue Adreno e da ARM con le sue Mali. L’obiettivo di NVIDIA era quello di porre uno stop alle vendite di dispositivi come Galaxy Note Edge, Galaxy Note 4, Galaxy S5, Galaxy Tab S, Galaxy Tab S2 e Galaxy Note Pro, ma il giudice della International Trade Commission (ITC), in questo caso, ha dato ragione alla società coreana e non a quella americana.

LEGGI ANCHE: L’ufficio brevetti USA potrebbe far risparmiare/perdere 548 milioni di dollari a Samsung/Apple

Ovviamente, NVIDIA non si da’ per vinta, e si dice pronta a a continuare la sua battaglia legale. Un processo lungo e costoso non converrebbe a nessuna delle due società, ed è possibile che si opti per un patteggiamento.

Fonte: CNET
brevettiNVIDIA