Phonejoy Gamepad 2 -11

Phonejoy Gamepad 2, la nostra prova (foto e video)

Nicola Ligas -

Phonejoy Gamepad 2, come facilmente intuibile dal nome, è l’evoluzione di un precedente controller che abbiamo recensito circa un anno fa. Si tratta di un originale accessorio che vuole trasformare (quasi) letteralmente il vostro smartphone in una console portatile, permettendovi di inserirlo all’interno di un gamepad estendibile, dotato di tutti i tipici controlli del caso. (Supportati smartphone fino a circa 6”.)

Il precedente modello ci aveva convinto per l’idea ed il form factor, ma nel confronto con un controller tradizionale quest’ultimo poteva prevalere in quanto a comodità di gioco. Fatta tesoro dell’esperienza acquisita, l’azienda si prepara ora al lancio del nuovo modello, che avverrà il prossimo 30 settembre ad un prezzo affine al precedente.

LEGGI ANCHE: PhoneJoy, la nostra prova (foto e video)

Tra le novità “sotto al cofano”, abbiamo il passaggio dal Bluetooth 2.1 al 3.0, ed un aumento dell’autonomia da 8 a 14 ore (in base alle nostre prove diremmo 10-12, ma dipende molto anche dall’utilizzo, tanto che la stima di 14 non è inarrivabile). È stata inoltre migliorata la compatibilità in modo da supportare pienamente tutti i giochi compatibili HID (Human Interface Device), ed i tasti L2 ed R2 sono stati resi analogici.

Tutto questo però è nulla in confronto alla vera novità, che rende il nuovo modello assai preferibile al primo: i due stick analogici adesso sono lievemente rialzati, sono stati resi concavi, in modo da ospitare meglio il dito, e sono anche cliccabili (L3/R3), e l’esperienza di gioco ne risente in modo nettamente positivo, appianando moltissimo le differenze con i controller tradizionali. Certo, questi stick non sono esattamente al pari con la concorrenza più rifinita, ma sono un passo in avanti importante rispetto al primo modello, e rendono questo PhoneJoy 2 decisamente preferibile al primo.

Phonejoy Gamepad 2 -7

Per il resto non ci sono grosse differenze, e se l’idea di un controller che si aggancia allo smartphone era valida prima, lo rimane ora. Certo, con i dispositivi più grandi, dimensioni e peso complessivi iniziano a diventare considerevoli, ma l’aggancio dello smartphone al controller è sempre solido, e non ci sono problemi di stabilità. Anche l’impugnatura è comoda, favorita anche dai fori laterali che aumentano il grip rispetto ad una superficie liscia. Utilizzando però il controller come un normale gamepad Bluetooth, quindi senza telefono nel mezzo, chi ha le mani particolarmente grandi potrebbe trovarlo troppo piccolo.

Peccato che, rispetto al primo modello, siano scomparse tutte le cromature attorno ai tasti, che rendono il precedente più bello a vedersi, ma soprattutto che alleggeriscono un po’ i pulsanti A, B, X, Y, cosa che sinceramente non ho troppo gradito. In compenso i prezzi sono praticamente rimasti invariati:

  • 69,90$ per il basic bundle con solo il controller
  • 79,90$ per l’Advanced Bundle (basic + cavo per la ricarica + adattatori (audio and power))
  • 89,90$ per il Pro Bundle (Advanced + custodia + stand per tablet)

Ricordiamo che Phonejoy Gamepad 2 sarà in vendita dal 30 settembre sul sito ufficiale. A seguire la nostra video prova, che verte in particolare sul confronto con il primo modello, seguita da alcuni scatti del nuovo controller.

Recensionevideo