silent ringer ex_applicazione_gestione suoneria

Come distinguere uno squillo da una chiamata persa: Missed Time (foto)

Leonardo Banchi

Anche nell’epoca in cui i messaggi sono generalmente gratuiti, grazie alle numerose app di messaggistica via internet disponibili, lo squillo è un mezzo di comunicazione che stenta a scomparire: la sua rapidità e comodità fanno infatti si che in molte occasioni convenga ancora utilizzarlo, in genere per mandare un segnale davvero semplice. A chi non è mai successo, ad esempio, di fissare con un amico dicendo “Fammi uno squillo quando ci sei che scendo”?

Il problema intrinseco degli squilli compare però quando essi vengono confusi con le chiamate perse. Pensate ad esempio all’amico della frase precedente che vi chiami per avvisare di un suo ritardo: se non vedrete in tempo la chiamata, trovando lo squillo perso passereste probabilmente molto tempo inutile in strada ad aspettarlo. Fortunatamente, è possibile evitare tutto questo con Missed Time.

Come misurare la durata delle chiamate perse

Missed Time è infatti un’applicazione molto semplice che misurerà la durata di una chiamata persa, permettendovi così di distinguere fra squilli e reali chiamate.

LEGGI ANCHE: State pensando ai vostri amici? Mandategli un “Yo”!

Accanto alla normale notifica di chiamata senza risposta, prendendo il vostro telefono, vedrete infatti un nuovo avviso, che vi dirà per quanto tempo esso ha continuato a squillare. Per rendere il tutto ancora più semplice potrete anche impostare una soglia oltre la quale gli squilli saranno identificati come chiamate, e persino personalizzare il messaggio a corredo.

L’app di Missed Time includerà poi un piccolo storico di chiamate e squilli, utile per verificare la durata media delle chiamate ricevute e per affinare la scelta della soglia di tempo.

Download gratuito

Missed Time è disponibile gratuitamente sul Play Store: potete installarlo sul vostro smartphone cliccando sul badge per il download gratuito che trovate a seguire.

Google Play Badge