google camera 3 parte 2

Ancora sulla Google Camera 3.0: slow motion, HDR+ automatico, rilevamento lente sporca e altro

Nicola Ligas -

Android Police continua a centellinare le informazioni in suo possesso sulla nuova Google Camera, l’app per la fotocamera che dovrebbe debuttare con i prossimi Nexus, e della quale avevamo già parlato in precedenza. Proseguiamo quindi adesso l’argomento con ulteriori novità che potremmo trovare nella versione finale, anche se niente è scritto nella pietra.

Iniziamo dalle brutte notizie: Google Camera non sembra intenzionata a supportare in modo professionale le API Camera2. Questo significa che molto probabilmente non vedremo controlli avanzati di scatto, ma piuttosto la Google Camera vuole essere un’app per l’utente comune, in grado di fargli catturare foto con semplicità ed effetti particolari (es. Photo Sphere).

Tra le novità però dovremmo avere lo slow motion per i video, fino a 240 fps (se supportato), l’HDR+ automatico, in modo da non dover costantemente decidere se abilitarlo o meno a mano, rischiando anche di perdere l’attimo, ed il rilevamento lente sporca, funzione quantomai utile su uno smartphone, dove il vetro sopra la fotocamera può facilmente riempirsi di impronte, polvere e altri segni che danno fastidio alle foto.

LEGGI ANCHE: Come potrebbe essere il Nexus di Huawei

Ci sono anche piccoli cambiamenti di usabilità: ad esempio è possibile passare da modalità foto a video con un semplice swipe dalla destra, ed un piccolo hamburger in alto a sinistra renderà sempre facilmente raggiungibile il menu dell’app.

Per ora questo è tutto, tenete comunque a mente che non è affatto detto che la versione finale della Google Camera v3.0 sia tutta qui, ma non aspettatevi rivoluzioni in termini di controlli avanzati, perché a quanto pare Google li vuole lasciare alle app di terze parti o ai vari produttori. Per fortuna c’è Camera FV-5!

Fonte: Android Police