Android Pay

Android Pay ufficiale, mentre Google Wallet diventa un modo per scambiare denaro

Nicola Ligas

In anticipo rispetto al lancio dei prossimi Nexus, Google ha appena annunciato Android Pay, l’evoluzione della sua piattaforma di pagamenti in mobilità, che si propone di alleggerirci il conto in banca con inusitata facilità. Basterà un tocco sull’app per effettuare il pagamento direttamente dal proprio smartphone nei negozi convenzionati, al momento in oltre un milione di posti, ma solo in USA.

Android Pay è inoltre in grado di conservare, in un’unica app, carte regalo, carte fedeltà ed offerte speciali, in modo da averle sempre tutte a portata di mano nell’unico oggetto che non manca mai addosso alla nostra persona: lo smartphone (Android).

LEGGI ANCHEGoogle Wallet arriva sul Play Store e fa spazio ad Android Pay (foto)

Android Pay è compatibile con tutti i dispositivi basati su Android 4.4 KitKat e superiori, dotati di chip NFC, e per garantire maggiore sicurezza, il vero numero della carta di credito non viene inviato durante il pagamento; viene invece utilizzato un numero di conto virtuale, e appena effettuato l’acquisto riceverete sempre una notifica di pagamento, in modo da essere prontamente allertati in caso di attività sospetta a vostro nome. Peccato però che non ci sia alcun comunicato per il mercato internazionale.

E Google Wallet? Da oggi l’app è focalizzata esclusivamente sull’invio e la ricezione di denaro. È possibile utilizzarla sia con Android che iOS per inviare denaro a chiunque negli USA che abbia un indirizzo email, anche se non fosse un utente Wallet, e chi riceve il denaro potrà rapidamente versarlo nella propria carta o nel proprio conto. Ed ancora una volta, è tutto US-only.

Via: Android blog ufficialeFonte: Google commerce
Android Pay