opera final

Opera mini introduce una compressione dei dati al passo con i tempi

Lorenzo Quiroli

Grandi novità per Opera mini, il cui sviluppo è ripreso da non molto a pieno regime: la modalità di compressione dei dati del browser ha ora anche l’opzione “alta” (la precedente è diventata “estrema”) che fornisce la possibilità di risparmiare qualche megabyte pur senza ritrovarsi in un web stile anni 90.

Ecco il changelog completo:

  • Una nuova modalità di compressione dati “Alta” che fornisce un’esperienza web completa
  • Nuova galleria dei tab full screen
  • Segnalibri e pagine salvate sono ora elementi fissi sopra lo Speed Dial
  • Le pagine salvate sono elencate in una lista full screen che mostra sia titolo che URL
  • Miglioramenti ai download
  • Vari miglioramenti di stabilità e usabilità

LEGGI ANCHE: Opera mini supporta le notifiche di Facebook

Qui sotto potete vedere la differenza tra la compressione “estrema” (sinistra) e quella “alta” (destra):

compressione opera mini

Opera mini è disponibile gratuitamente sul Play Store ed è un’alternativa da tenere d’occhio, soprattutto per i tanti miglioramenti costanti in arrivo nelle ultime settimane (come la modalità notturna). Qualcuno di voi l’ha già adottato come suo nuovo browser?

Google Play Badge

Via: Engadget