nextbit robin

Nextbit Robin ufficiale: il top di gamma più interessante del momento? (foto e video)

Lorenzo Quiroli -

Nextbit Robin è il primo smartphone dell’azienda formata da vari ingegneri provenienti da Apple, Google, HTC e Motorola. Lo scopo di Nextbit è quello di innovare in un settore dove negli ultimi anni si è puntato troppo sulle caratteristiche tecniche e non sull’intelligenza del prodotto.

Arriva quindi Robin, smartphone che offre alcune peculiarità davvero originali, a cominciare dal design, ma soprattutto nella gestione dello spazio di storage disponibile.

Nextbit Robin sarà disponibile con 32 GB di memoria interna + 100 cloud che però sono integrati direttamente nello smartphone. Come? Se avete alcune app che non utilizzate mai, allora i dati di queste saranno caricati sul cloud. La loro icona diventerà grigia e toccandole i dati verranno scaricati. Non volete che ciò succeda ad alcune app in particolare? Potete segnarle in modo da prevenirlo. Lo scopo è quello di non farvi mai liberare la memoria interna grazie a questo meccanismo, né farvi cancellare dei dati.

Detto ciò, Robin non dimentica le caratteristiche tecniche:

  • CPU: Qualcomm Snapdragon 808
  • RAM: 3GB
  • Memoria interna: 32 GB + 100 GB online
  • Schermo: 5.2” IPS LCD 1080p
  • Fotocamera: 13 megapixel con phase detection autofocus e doppio flash / 5 megapixel
  • Batteria: 2.680 mAh
  • Speaker: frontali e stereo
  • Altro: lettore di impronte digitali, NFC, quick charging, Wi-Fi ac, Bluetooth Smart e bande LTE 1/2/3/4/5/7/8/12/17/20/28
  • OS: Android, probabilmente Marshmallow

Ci sono tanti altri piccoli accorgimenti che rendono Robin sempre più interessante: possibilità di scattare in RAW, backup sul cloud solo con Wi-Fi in modo da non scaricare la vostra batteria o consumare il vostro traffico dati, bootloader sbloccato e driver open-source in modo da favorire il modding. Infine, la ROM è personalizzata ma mantiene molti aspetti di Android stock con un design che a prima vista ci piace molto (lo potete vedere nella galleria in fondo). Inutile dire che se tutte le premesse saranno mantenute allora sarà un prodotto molto interessante che non vediamo l’ora di poter provare.

Robin sarà disponibile da febbraio se il finanziamento su Kickstarter andrà a buon fine (a vedere quanto ha già raccolto nelle prime ore è difficile pensare che possa fallire) per 299$ a cui andrà aggiunta l’IVA a seconda del paese (per l’Italia IVA + spedizione = 95$ aggiuntivi).

kickstarter badge

Via: Engadget
nextbit robinvideo