Lenovo Motorola logo final 2

La ristrutturazione di Lenovo si fa pesante: previsto un taglio del 20% per Motorola

Andrea Centorrino

Sapevamo già che Lenovo aveva in programma il licenziamento di oltre 3.200 dipendenti, ma ancora non conoscevamo l’impatto che questa ristrutturazione avrebbe avuto su Motorola: oggi sappiamo che circa il 20% della società verrà licenziato, e che 3 importanti uffici verranno chiusi.

Alcune voci volevano anche il licenziamento del Presidente di Motorola Mobility Rick Osterloh, presto smentite: Osterloh manterrà la sua carica per dare continuità all’azienda. La maggior parte dei licenziamenti avverrà a Chicago, dove Motorola ha uffici per il design e la ricerca e sviluppo.

LEGGI ANCHE: Lenovo si affiderà a Motorola per i suoi prossimi smartphone, ma licenzierà anche 3.200 persone

Inoltre, tutto il team incaricato dello sviluppo software e dei servizi (Moto Voice, Moto Display, Moto Assist, ecc.) è stato licenziato, e verrà rimpiazzato da ingegneri Lenovo. Secondo il Chicago Tribune, alla fine delle operazioni, Motorola manderà a casa più di 500 persone, rimpiazzate da altre provenienti dagli uffici Lenovo in Cina.

Sembrerebbe che quando Lenovo parlava del consolidamento del suo business mobile grazie a Motorola, intendesse “svuotare” la società delle persone che l’hanno caratterizzata fino ad oggi per “riempirla” con altre formate direttamente dalla società cinese. Di fatto, la Motorola che conoscevamo e abbiamo apprezzato in più occasioni, specie da un punto di vista software, potrebbe non esistere più.

Via: Google+Fonte: Phandroid