BMW Alphabet

BMW ricorda a Brin e Page che il sito Alphabet.com è roba sua

Nicola Ligas

Come ormai già ben saprete, Google è adesso una sussidiaria di Alphabet, l’azienda madre diretta da Sergey Brin, che racchiude tra le altre anche Google.

Potrebbe forse esservi sfuggito però che il sito ufficiale di Alphabet è abc.xyz e non Alphabet.com, perché quest’ultimo è in realtà di proprietà dell’omonimo Alphabet, un servizio di proprietà di BMW.

LEGGI ANCHECome Sundar Pichai pensa di guidare Google

Al di là del fatto che probabilmente nessuno di voi avrà mai sentito associare Alphabet a BMW, l’azienda automobilistica tedesca ha trovato ora rinnovato orgoglio in questa sua sussidiaria, tanto da pubblicare un’apposita pagina con la sua versione dell’alfabeto, cercando di sfottere un po’ i fondatori di Google (non fa molto ridere, sinceramente).

Sia chiaro che non si parla di violazione di Copyright sul marchio Alphabet, almeno fintanto che Page e Brin non decideranno di lanciare una casa automobilistica con lo stesso nome, ma è comunque singolare che abbiano lanciato una nuova compagnia senza potersi assicurare il dominio più logico, alphabet.com, che BMW non è affatto intenzionata a cedere.

Via: Tech Crunch
Alphabet