HTC logo final 05

Il valore di mercato di HTC è inferiore a quello dell’azienda stessa

Nicola Ligas

Le azioni di HTC sono in caduta libera, con un calo del 60% nel solo 2015, al punto che il valore di mercato dell’azienda è ora inferiore alle risorse finanziarie della stessa. In pratica HTC sul mercato vale meno di quanto l’azienda possiede. Detta altrimenti: il brand HTC, le fabbriche, gli uffici e tutto ciò che la compone valgono sempre meno.

Il valore di mercato di HTC nella giornata di ieri è sceso a 47 miliardi di nuovi dollari taiwanesi, inferiore appunto ai 47,2 miliardi di cash on hand che l’azienda aveva a fine giugno.

LEGGI ANCHE: HTC prepara il riassetto

E le previsioni per il futuro non sono affatto rosee. Birdy Lu, analista di Deutsche Bank AG, pensa che gli sforzi di HTC non saranno sufficienti a ribaltare la situazione entro i prossimi due anni: “HTC ha poche chance di competere con iPhone e Samsung date le sue limitate risorse, e potrebbe continuare a perdere quote a favore di brand cinesi anche nel segmento mid/low-end”.

Sebbene poi HTC non abbia particolari debiti di lungo termine, le giacenze e le spese relative potrebbero comunque rivelarsi proibitive, e se anche queste non lo fossero, il suo declino potrebbe comunque essere inarrestabile. Pensate agli ingenti licenziamenti operati da Qualcomm, i cui segnali non erano negativi da così lungo tempo come quelli di HTC, e capirete come mai questo non sia solo l’ennesimo articolo per parlare del declino di HTC, ma potrebbe davvero essere l’anticamera della fine (che nessuno di noi vorrebbe – NdR).

Fonte: Bloomberg
azioni