Kaboom (head)

I messaggi che si autodistruggono arrivano su ogni app, grazie a Kaboom (foto)

Leonardo Banchi

App come Snapchat hanno aperto la strada ad una possibilità estremamente apprezzata da molte persone: quella di inviare messaggi “a tempo”, visibili per un certo periodo e destinati poi ad autodistruggersi senza lasciare traccia di sé.

Il problema di queste app è che impediscono di sfruttare i contatti che già abbiamo attraverso le applicazioni di messaggistica che ci sono più familiari, e ci consentono di scrivere solo ad altri utenti della stessa applicazione. Kaboom, invece, vi permetterà di utilizzare questa funzione scrivendo a chiunque, utilizzando Whatsapp, Facebook, Telegram o il vostro servizio preferito.

Come condividere messaggi a tempo con i vostri contatti

L’espediente utilizzato dai creatori di Kaboom, infatti è tanto semplice quanto efficace: se la persona alla quale volete scrivere non è uno dei vostri contatti Kaboom, ad essere condiviso sarà un link personalizzato, cliccando sul quale egli potrà visualizzare (per tutto il tempo da voi preimpostato) il messaggio che avete deciso di condividere. Scaduto il conto alla rovescia, invece, ad apparire sarà soltanto una pagina contenente l’avviso della scadenza del messaggio.

LEGGI ANCHE: Dmail mette l’autodistruzione sui messaggi di Gmail!

Kaboom vi permetterà inoltre di allegare delle fotografie ai vostri messaggi e, se deciderete di iscrivervi scaricando l’applicazione, anche di commentare i messaggi ricevuti comunicando con il loro autore per tutto il tempo della loro “sopravvivenza”.

Download gratuito

Kaboom è un’applicazione estremamente semplice da utilizzare, che ha il grande pregio di aggiungere la funzionalità di “autodistruzione” a qualunque sistema di messaggistica che sia in grado di condividere del testo con i vostri contatti. Se volete provare ad utilizzarlo, potete quindi scaricarlo gratuitamente utilizzando il badge per il download che trovate a seguire.

Google Play Badge