android one final

Google punta a scendere sotto i 40€ per rilanciare Android One

Nicola Ligas

Android One non è stato il successo che Google avrebbe sperato, come ammesso per bocca di Rajan Anandan, managing director dell’azienda in India e nel Sud-est asiatico, ma BigG rimane comunque “molto impegnato” in questo progetto, puntando ora a farlo scendere sotto i 40€, per tentare gli acquirenti indiani laddove conta di più: sul portafogli.

Per essere più precisi, Mr. Anandan parla di prezzi compresi tra 2.000 e 3.000 Rupie indiane, ovvero circa 28-42 euro, rilasciando poi negli anni a venire anche modelli di fascia e prezzo più alti, fino a 6.000 rupie (85€).

Una sorta di reboot al contrario, dato che modelli di questo tipo erano già stati lanciati, ma proprio questo cambio di strategia testimonia quanto l’India sia un mercato chiave, sul quale merita investire anche a costo di tornare sui propri passi. Entro il 2017 gli indiani connessi dovrebbero infatti superare i 500 milioni, con Facebook e Twitter che già vedono nell’India il loro secondo e terzo mercato al mondo, rispettivamente.

LEGGI ANCHEAndroid One diventa phablet (foto e video)

I servizi di Google invece stentano di più, in particolare quelli come YouTube e Maps che richiedono una buona banda (ecco perché YouTube offline è stato lanciato qui), cosa che in India ancora scarseggia. C’è poi anche la concorrenza locale, ad esempio quella di JustDial, un motore di ricerca nato a Mumbai che sta dando molto filo da torcere a Google.

Per questo motivo l’azienda di Mountain View è pronta ad investire per portare online decine di milioni di piccole aziende locali, e per sviluppare contenuti adatti a reti più lente e localizzati per il pubblico indiano, la cui lingua primaria non è l’inglese.

Tutto questo per dire anche che gli sforzi di Android One continueranno molto sul mercato asiatico, ma di non illudervi per un lancio più globale a breve. Per fortuna tra un paio di mesi noi avremo i nuovi Nexus.

Fonte: Financial Times