Nexus 5 final

Ecco le fantasiose specifiche di LG Nexus 5 (2015): Snapdragon 620, scanner dell’iride e tanto altro

Nicola Ligas -

Dopo i fantasiosi concept di stamani, passiamo ora a quelle che potrebbero essere le specifiche di Nexus 5 (2015), almeno come riportate da un’anonima fonte, che quindi capirete benissimo potrebbe rivelarsi falsa.

Nexus 5 (2015) sarebbe un 5,2” full HD P-OLED, con SoC Qualcomm Snapdragon 620 (MSM8976), fino a 4 GB di RAM LPDDR3, e fino a 64 GB di memoria interna eMMC 5.1.

Piuttosto interessante il comparto fotografico, che vedrebbe un sensore posteriore IMX278 da 13 megapixel, lenti a 6 elementi, apertura f/1.8, OIS, laser autofocus e dual-tone LED flash. Davanti avremo invece una fotocamera da 4 megapixel con sensore OV4682 RGB-IR e scanner dell’iride.

LEGGI ANCHE: Prime specifiche del Nexus Huawei

La batteria, non removibile, sarebbe da 3.180 mAh, compatibile con quick charge 2.0 e ricarica induttiva (MediaTek MT3188). La connettività sarebbe assicurata dal chip Marvell Avastar 88W8897, con Wi-Fi 802.11ac, NFC, e Bluetooth 4.2. Infine, non poteva mancare l’USB Type-C, e sappiate anche che gli speaker sarebbero due e frontali, e che il pulsante di accensione sarebbe sul retro e funzionerebbe anche come lettore di impronte.

Nexus 5 (2015) avrebbe anche una cornice in alluminio con angoli stondati e cover posteriore in plastica; il tutto ad un prezzo di 300-400$. Una ricostruzione insomma molto completa, fin troppo. A questo smartphone non mancherebbe praticamente nulla, da nessun punto di vista, tanto che questa ricostruzione è davvero tra le più dettagliate mai apparse (il che non fa necessariamente propendere a suo favore), ma non siamo del tutto sicuri che tutto questo possa coincidere con le back cover viste finora, che nessuno dice siano infallibili, ma sono comunque l’unica prova concreta che abbiamo.

Ah e ci sono anche cenni al Nexus di Huawei: 5,7” WQHD AMOLED, corpo metallico unibody, fotocamera da 21 megapixel IMX230 e ricarica wireless. Un report fin troppo completo per essere vero, non pensate?

Fonte: GizmoChina