leadcore

Leadcore guarda al futuro e ai 64-bit

Lorenzo Quiroli

Leadcore, azienda cinese produttrice di SoC per smartphone che ha ricavato una discreta popolarità grazie alla partnership con Xiaomi per includere uno dei loro chip in Redmi 2A, sta facendo passi in avanti e si prepara a passare ai 64-bit.

I core del processore di Redmi 2A infatti sono ancora dei Cortex-A7, un’architettura che ormai dobbiamo definire superata, ma a inizio 2016 Leadcore produrrà la sua prima CPU con Cortex-A53, seguita poi da un octa-core GPU Mali-T820 di più alto prezzo. Infine, nel 2017 l’azienda pensa anche al passaggio al processo produttivo a 14 nanometri, essendo ancora ferma ai 28 nm.

leadcore-roadmap

Insomma, di sicuro Leadcore non può essere definita un’azienda innovativa ma il loro punto di forza sta nel prezzo e chissà che la partnership con Xiaomi non possa consentirle di ottenere ulteriore popolarità e denaro per investimenti.

Fonte: Liliputing