Microsoft Arrow Launcher screenshot

Arrow Launcher: il primo launcher Android di Microsoft è ora in beta (foto)

Nicola Ligas

Microsoft continua a lavorare sulle app Android, e dopo il Lock Screen Next, questa volta arriva un launcher: Arrow. Il nome non ha grandissimo significato sulle funzionalità dell’app, che si presenta al momento non troppo ricca di funzioni, ma comunque piuttosto stabile per essere una beta.

La schermata principale è dedicata alle app, dove troverete quelle utilizzare di recente, e quelle più frequenti; elenco che potrete modificare, eliminando elementi indesiderati, ma che di fatto taglia fuori i widget, che non è possibile inserire in alcun modo.

Con uno swipe da sinistra troviamo i contatti, divisi in recente e più frequenti, in pratica con la stessa logica delle app. Infine, la schermata all’estrema destra è dedicata a note e promemoria, che potranno essere create o cancellate con estrema facilità.

LEGGI ANCHEDrive e Office insieme grazie al plug-in ufficiale

Uno swipe verso l’alto da una qualunque di queste tre schermate, permette di accedere ad un numero aggiuntivo di app scelte dall’utente, e ad un elenco di 5 contatti rapidi, presi tra i recenti e preferiti, che invece non potremo modificare. È ovviamente possibile cambiare sfondo, abilitando anche il daily wallpaper di Bing.

Per il resto segnaliamo solo che l’app drawer è a paginazione verticale, in ordine alfabetico, e che in alto è presente anche una maschera di ricerca per le app installate.

Ci sono un po’ di rallentamenti e scatti qua e là, che non dovrebbero esserci, e qualche piccolo glitch è sempre possibile, ma in fondo è un’app neonata e gratuita, dalla quale al momento non si può pretendere troppo.

Lode comunque a Microsoft, che a quanto pare ha preso gusto nello sviluppare per Android. Se la voleste provare, chiedete l’iscrizione a questa community, ed aspettate l’accesso (questione di poco): troverete il link al programma beta in alto a destra nella pagina. Qui sotto invece vi lasciamo alcuni screenshot dell’app.