Dizionario

Android dalla A alla Z: cosa sono gli staged rollouts?

Emanuele Cisotti

I più dentro al mondo Android sapranno benissimo cosa sono gli staged rollouts e risponderebbero a chi dovesse aver avuto “problemi” a causa loro di rivolgersi ad apkmirror.

La funzionalità relativa agli staged rollouts (“rilasci a scaglioni” potrebbe essere una buona traduzione) è stata introdotta per gli sviluppatori dopo il Google I/O 2013 e permette a questi ultimi di far ricevere ad una piccola parte della totalità delle persone che hanno installata la propria app un nuovo aggiornamento. In questo modo nei primi giorni solo alcuni hanno la nuova versione installata, mentre gli altri dovranno attendere un po’ di più.

Il perché di questa possibilità è presto detto: in questo modo gli sviluppatori possono fare un test a campione per scoprire se l’aggiornamento della propria applicazione ha bug o difetti macroscopici ma che erano sfuggiti al testing interno. Nel caso queste persone dovessero infatti riscontrare problemi gli sviluppatori possono bloccare la fase di rilascio per prendersi altro tempo e risolvere i problemi che sono comparsi. Google è l’azienda che più fa largo uso di questa modalità di aggiornamento.