CyanogenMod 11 final - 2

CyangogenMod mostra il suo nuovo file manager e Gello, un browser basato su Chromium (aggiornato)

Nicola Ligas -

CyanogenMod centellina piano piano le proprie novità, pubblicando corposi e quasi regolari post sul proprio blog. Oggi tocca al nuovo file manager ed a Gello, un nuovo browser basato sul codice open-source di Chromium (per questo vi sembrerà un po’ di averlo già visto), che un membro del team ha fatto intravedere su Google+.

Iniziamo dal file manager. Oltre ad un atteso e dovuto completo redesign grafico, saranno incluse delle API per vari servizi cloud. Le novità visive maggiori si hanno nella navigazione, nel modo stesso in cui viene presentato il file system, e nella ricerca. Anche la parte un po’ più nascosta, quella delle impostazioni, è stata ripensata.

La brutta notizia è che il file manager non è pronto al debutto: CyanogenMod lo ha svelato anzitempo proprio per raccogliere il feedback degli utenti e migliorarlo di conseguenza, cosa che il team si propone di fare più volte in futuro, con altre applicazioni. Unitevi quindi alla mailing list ufficiale, se siete interessati, o commentate sul link alla fonte.

LEGGI ANCHECyanogenMod ci mostra la sua futura app degli SMS (foto)

Per quanto riguarda il browser Gello, questo è stato svelato da Joey Rizzoli, uno dei membri italiani del team di CM, che ha pubblicato anche un breve video di presentazione del browser. I dettagli sono quindi scarsi al momento, non essendoci stato un annuncio ufficiale, ma dal filmato è possibile scorgere un’interfaccia abbastanza personalizzata, anche nelle impostazioni, una modalità offline e sembra ci sia anche un ad-blocker. Particolarmente rifinita poi la parte dei permessi per singolo sito, ed anche i download sembrano gestiti in maniera più completa rispetto a Chrome.

Gello promette bene insomma, e se Joey si è sentito sicuro al punto da lasciarlo trapelare, speriamo che non manchi molto all’annuncio ufficiale. Di seguito trovate invece tantissime immagini del file manager di cui abbiamo parlato prima.

Aggiornamento: Il solito Joey ha pubblicato un video molto più esteso di Gello, che vi riproponiamo qui sotto, confermando alcuni dettagli. Anzitutto che in CyanogenMod nessuno odia Google: sarà possibile installare comunque Chorme e tutte le Google app che volete. Gello inoltre rimarrà open source, come il progetto Chromium su cui è basato. La brutta notizia semmai riguarda la compatibilità (ma c’era da aspettarselo): dispositivi di fascia bassa o comunque di poca memoria interna per il sistema, non avranno Gello, e continueranno ad includere il browser AOSP. È troppo presto comunque per parlare di un preciso elenco di dispositivi che supporteranno Gello, così come per chiedere date di rilascio.

 

 

Via: Android PoliceFonte: CyanogenMod
video