force touch

Force Touch di Apple arriva su Android grazie ad un modulo Xposed

Lorenzo Quiroli

Il Force Touch è una delle ultime novità di casa Apple: si tratta di una particolare tecnologia, presente su Apple Watch e sui nuovi Macbook,  che permette di rilevare non solo il tocco sul touchscreen ma anche la forza della pressione. Grazie ad un modulo Xposed potrete provarlo anche su Android, sebbene in una variante un po’ più rudimentale.

Come avrete capito infatti la tecnologia richiede un hardware idoneo. I dispositivi Android possono però rimediare grazie alla capacità di distinguere l’area di pressione. Più aumentate la forza con la quale premete il vostro dito su un display, più vedrete che l’area della vostra pelle a contatto sarà maggiore.

Force Touch Detector, il modulo in questione, rileva anche varie gesture e vi consente di affidare ad ognuna un’azione da compiere. La versione corrente è già considerata stabile quindi non dovreste trovare troppi bug, ma la sua efficacia dipenderà comunque dal vostro touchscreen e dalla sua capacità di riconoscere questi tocchi. Potete scaricarle il modulo da questo indirizzo.

A dire la verità non è nemmeno la prima volta in cui il Force Touch viene portato su Android, ma magari in caso non vi siate trovati bene con la precedente soluzione potete provare questa.

Fonte: Cult of Android
AppleForce Touch