Street View - humpback-whales-cook-islands-hyperlapse

Google aggiorna Street View e ci permette di nuotare con le balene (video)

Andrea Centorrino

Continua il lavoro dei sub Google, che dopo aver portato i fondali del lago di Loch Ness su Street View, in occasione della Giornata mondiale degli Oceani ci permettono ora di nuotare con le balene alle Isole di Cook, di immergerci con i pesci pappagallo nelle coste di Bali, o di farci una passeggiata sulle spiagge delle Samoa Americane.

In tutto, Google ha aggiunto oltre 40 nuove località in questo aggiornamento di Street View: uno dei più grandi per quanto riguarda il mondo marino fin da quando il servizio di Google è arrivato sott’acqua nel 2012.

LEGGI ANCHE: Google mette Street View su un cammello nel deserto

Oltre al Catlin Seaview Survey, già partner Google nell’esplorazione del lago di Loch Ness, per questo aggiornamento la divisione Street View ha collaborato con l’Ufficio dei Santuari Marini Nazionali del NOAA (National Oceanic and Atmospheric Administration) americano ed il Chagos Conservation Trust.

Street View - Bali

La speranza, riferisce un portavoce Google, è quella di sensibilizzare ed ispirare le persone a conoscere meglio l’oceano. Citando le sue parole:

Nonostante l’importanza vitale che l’oceano ricopre, esso sta mutando velocemente a causa dei cambiamenti climatici, dell’inquinamento, dell’eccessivo sfruttamento della pesca, rendendolo uno dei problemi ambientali più seri a cui dobbiamo far fronte oggi.

Google è impegnata ad esplorare e preservare l’oceano, creando nuove tecnologie che permettano di documentarne lo stato odierno ed i suoi cambiamenti negli anni a venire.

Per far questo, ed espandere ulteriormente le località sottomarine visitabili con Street View, la società di Mountain View ha annunciato oggi di aver stretto accordi con compagnie come NOAA, Reef Check, Blue Ventures, Our World Underwater Scholarship Society, e Project Baseline di GUE.

Via: Tech CrunchFonte: Google
video