android final

I segreti di Android M: in arrivo un tasto per chiudere tutte le app?

Lorenzo Quiroli -

Android M è stata presentato ufficialmente ed è disponibile in versione developer preview su Nexus 5, 6 e 9. Da qui al rilascio ufficiale potrebbero esserci altre novità, forse non gigantesche ma comunque importanti: scavando nel codice, alla ricerca di stringhe che possano dirci qualcosa, i colleghi americani di Ars Technica hanno fatto alcune interessanti scoperte.

Tasto “Chiudi tutte” nelle app recenti

Sebbene la lista delle app recenti sia ormai una cronologia anziché un elenco delle applicazioni effettivamente aperte, potrebbe presto arrivare un tasto per fare un po’ di pulizia, presente su molti firmware (sia custom ROM che di altri produttori). La stringa incriminata è vicina a quelle relative al Multi Window sperimentale, dunque sarà da vedere se verrà introdotta ufficialmente nelle future versioni.

GUARDA LA NOSTRA PROVA: Multi Window in Android M

Il backup in Google Play Services

Google ha progressivamente aumentato i suoi sforzi per il backup su Android e con M ha intrapreso la strada giusta. In futuro però BigG potrà aggiornare il backup e migliorarlo senza dover rilasciare un nuovo OS: il servizio “com.google.android.backup/.BackupTransportService” è ora “com.google.android.gms/.backup.BackupTransportService”, ricadendo così sotto il dominio di Play Services.

In realtà lo spostamento non è ancora avvenuto (Play Services non include ancora il backup) ma diciamo che gli è stato creato un posto che sarà a rigor di logica sfruttato quando ce ne sarà la necessità in futuro. Questo non significa che sarà aggiornato anche il backup pre-Android M però.

La calcolatrice nel Play Store

Il nome interno della calcolatrice di Android è cambiato da Calculator a CalculatorGoogle. Questo di solito allude al fatto che l’app in questione possa sbarcare presto nel Play Store. Sarà la volta buona in cui la calcolatrice stock di Android riceverà più attenzione?

android componenti os
La struttura di Android M secondo la divisione AOSP, Play Services e Google Play

Modalità notte e temi

Android M ha un tema scuro nascosto nelle opzioni per sviluppatori che si applica soltanto alle impostazioni. In realtà è molto più di questo: si tratterebbe della possibilità di impostare un’interfaccia chiara, una scura e una modalità automatica, il cui principio base è lo stesso di Maps durante la navigazione (chiaro di giorno, scuro di notte). Gli sviluppatori possono sfruttare questa possibilità grazie all’API Theme.Material.DayNight, la cui documentazione è contenuta nell’SDK scaricabile.

E i temi RRO Layers? In verità questi sono rivolti più ai produttori, che potranno così implementare facilmente la loro interfaccia senza modifiche troppe pesanti di Android: un modo più semplice per differenziarsi senza però cambiare l’anima del robottino verde.

Fonte: Ars Technica