Cardboard Design Lab

Impariamo i principi di progettazione VR con Cardboard Design Lab

Andrea Centorrino

Durante questo Google I/O 2015, parte dell’attenzione si è sicuramente concentrata su Google Cardboard, progetto nato un po’ per scherzo e poi sviluppato come vera e propria piattaforma. Per aiutare gli sviluppatori che abbiano intenzione di creare mondi virtuali, Google ha rilasciato ieri su Play Store l’app Cardboard Design Lab.

LEGGI ANCHE: Google vende tantissime Cardboard sul suo sito

Attraverso questa app, sarà possibile vivere un’esperienza formativa attraverso i principi che regolano lo sviluppo di progetti di realtà virtuale. Realizzare mondi virtuali, infatti, segue regole diverse dalla normale progettazione 3D non stereoscopica: bisogna prendere in considerazione concetti come la fisiologia e l’ergonomia per creare un’esperienza appagante. Di seguito l’elenco degli argomenti trattati:

  1. Using a Reticle
  2. UI Depth & Eye Strain
  3. Using Constant Velocity
  4. Keeping the User Grounded
  5. Maintaining Head Tracking
  6. Guiding with Light
  7. Leveraging Scale
  8. Spatial Audio
  9. Gaze Cues
  10. Make it Beautiful

Per sfruttare l’app appieno è necessario, neanche a dirlo, un visore di realtà virtuale come Google Cardboard (ma ovviamente anche i visori di terze parti sono compatibili, come il Samsung Gear VR o il visore VR di LG) ed una minima conoscenza dell’inglese. Potrete scaricarla cliccando sul badge qui sotto.

Google Play Badge

google IO