google-play-services

Play Services 7.5 proverà a non farvi più inserire password da smartphone!

Lorenzo Quiroli -

Il rollout di Google Play Services 7.5 è iniziato giorni prima del Google I/O ma solo ora BigG l’ha ufficializzato con un post sul suo blog per sviluppatori Android, rendendo finalmente note tutte le novità aggiunte in questa versione. Non sono poche, dunque vediamole tutte insieme con ordine.

Smart Lock per le password

smartlock for password

Inserire una password da smartphone è fastidioso e Google lo sa. Ecco allora Smart Lock per le password, un servizio reso possibile grazie all’archivio di password salvate in Chrome. Se l’utente ha già effettuato il login su un altro dispositivo allora questo avverrà automaticamente. Smartlock for password supporta sia le credenziali classiche che l’IDP, come il sign-in via Google. Saranno gli sviluppatori a doverlo implementare nella loro app affinché questa funzionalità sia attiva per l’utente, ma la strada è quella giusta e speriamo sia questo il futuro del login su Android.

Google Cloud Messenger

Fornisce ora agli sviluppatori un nuovo modo efficiente dal punto di vista energetico di inviare informazioni ad un utente e al tempo stesso di caricarle dal device ai server.

Inviti all’app

app invites

Ora in beta, Inviti fornisce un’interfaccia unica e standardizzata per invitare gli amici via SMS o email a provare un’app. Gli sviluppatori possono sfruttarlo per tentare di accrescere la propria user.

Google Cast

Trovate qui le novità

Google Maps su Android Wear

maps android wear

Dovete mostrare una mappa sullo smartwatch dell’utente? Ora potete grazie all’API di Maps per Android Wear.

Google Fit

Le nuove API vi consentono di richiedere informazioni come le calorie bruciate o la distanza percorsa in un giorno. Ottimi dati da sfruttare per widget e watchface.

L’SDK di Google Play Services 7.5 è già disponibile; consigliamo agli sviluppatori di premere sul link alla fonte e leggere anche il post per sviluppatori che contiene approfondimenti e dettagli tecnici.

Fonte: Google