Android M

Android M introduce il backup automatico delle applicazioni

Lorenzo Quiroli -

Trasferire i propri dati da uno smartphone Android all’altro non è affatto semplice. O meglio, probabilmente riuscirete ad esportarne molti, ma non tutti, a meno di uno utilizzare i permessi di root; Android M però potrebbe risolvere una volta per tutte questo problema.

LEGGI ANCHE: Google annuncia Android M

Dopo Lollipop che ha introdotto il backup di sistema automatico, Android M eseguirà una copia di backup dei dati delle applicazioni fino ad un massimo di 25 MB / app nel nostro Google Drive (senza occupare spazio) automaticamente, il che significa senza richiedere l’implementazione di codice aggiuntivo da parte degli sviluppatori. I backup vengono effettuati ogni 24 ore mentre il dispositivo è in fase di ricarica sotto rete Wi-Fi.

Il concetto è quindi quello di un processo automatizzato, che vorrebbe riportare il vostro dispositivo esattamente come era. C’è un ma: le app dovranno avere come target l’ultimo SDK, quello di Android M, il che vorrà dire che almeno inizialmente non tutte ne usufruiranno. Gli sviluppatori inoltre potranno decidere se includere dati aggiuntivi necessari o escludere del tutto la loro app da questa funzionalità (ma li preghiamo di non farlo). Si tratta comunque di un grande passo in avanti per il robottino verde e speriamo di vederne presto i benefici.

Fonte: AndroidPolice