GravityBox

GravityBox ora supporta Android 5.1 Lollipop

Maiorano Massimo

È disponibile al download l’ultimo aggiornamento di GravityBox, uno dei più interessanti moduli disponibili per il framework Xposed. Per chi non lo sapesse, GravityBox consente di ottenere senza troppe difficoltà alcune delle caratteristiche avanzate tipiche delle custom ROM, utilizzando tuttavia anche il sistema operativo stock del proprio smartphone.

LEGGI ANCHE: Il più potente modulo Xposed arriva su Lollipop: GravityBox

Se siete interessati alla sua installazione occorre chiarire che, allo stato attuale, risulta testato su Nexus 5 con sistema operativo Android Lollipop 5.0.1 e Android Lollipop 5.1; inoltre, il framework da utilizzare risulta essere una versione alpha, quindi vi consigliamo di procedere con estrema cautela se non siete possessori dello stesso dispositivo, ma soprattutto di effettuare un backup che scongiuri eventuali problemi nell’installazione.

Tra le novità introdotte in questa versione segnaliamo che il recente supporto di Lollipop 5.1 al dual SIM ha purtroppo costretto lo sviluppatore ad eliminare la possibilità di personalizzazione dell’indicatore di segnale presente nella status bar; la stessa status bar risulterà, inoltre, impossibile da modificare nella colorazione. L’aggiornamento da KitKat a Lollipop ha comportato inoltre la rinuncia a numerose e molto importanti funzioni, come il controllo della luminosità tramite swipe sulla status bar direttamente nel lockscreen.

L’installazione del framework Xposed, di cui potrete trovare una guida qui, come di consueto prevede il possedimento dei diritti di root e la presenza di una custom recovery che consenta di effettuare un backup preventivo; il modulo GravityBox e la relativa guida all’installazione saranno reperibili invece nel suo thread ufficiale su XDA.