terminale_Android

Coris Tech presenta un terminale di cassa Android

Lorenzo Quiroli

Android arriva anche nei negozi, non sugli scaffali ma come terminale di cassa, grazie a Coris Tech, azienda italiana che ne ha appena presentato uno. Non aspettatevi caratteristiche tecniche stellari, perché d’altra parte non sono queste l’obiettivo: schermo da 15″ 1.024 x 768, CPU Cortex-A9 quad-core a 1 GHz, touch resistivo, 1 GB di RAM, 8 GB di memoria interna e Android 4.3 Jelly Bean a bordo.

Per stampare si integra con MOito, un altro dei prodotti di Coris Tech, mentre può essere collegato a vari dispositivi grazie a 4 porte USB, quattro seriali, HDMI, VGA e LAN. Per tutte le altre informazioni vi lasciamo con il comunicato stampa dell’azienda, che potete trovare qui sotto.

Coris Tech MOito cresce
con una “cassa-PC” Android

Oltre a collegare smartphone e tablet di ogni tipo e fornitore, l’eco-sistema universale annunciato dall’azienda italiana può contare su un terminale ergonomico con maxi-display per ogni funzione, dalla generazione dello scontrino fiscale alle statistiche gestionali.

Parma, 13 maggio 2015 – Un nuovo passo avanti all’insegna della semplicità d’uso, ergonomia e molteplicità delle funzioni per la gestione dei punti cassa negli esercizi commerciali e della ristorazione è stato annunciato da Coris Tech, uno dei principali fornitori italiani ed europei nel comparto dell’automazione di negozio e dei registratori di cassa, con oltre il 10% dei misuratori fiscali venduti e oltre il 20% di quelli sottoposti alla manutenzione e manutenzione previste per legge.

A breve distanza dall’annuncio dello “smart hub” MOito, accessibile con un qualsiasi browser attraverso pc, smartphone e tablet e collegabile anche con i registratori di cassa esistenti per la stampa dello scontrino fiscale, arriva ora il Terminale di Cassa Android, una vera “workstation di negozio” a basso costo e dalle grandi doti di connettività e  capacità elaborativa. Il nuovo pc Android, basato su un processore ARM Cortex A9 Quad Core il cui cuore batte alla frequenza di 1 Ghz, utilizza un ampio display da 15 pollici con risoluzione 1024 x 768 pixel e di tipo touch resistivo,  che favorisce l’accesso non solo alle funzioni operative ma anche alla vasta base di informazioni e di strumenti di reportistica che il sistema MOito mette a disposizione, come statistiche di vendita, generazione di listini e di menù, strumenti amministrativi.

Il nuovo arrivato di Coris Tech si affianca pertanto a tutti i dispositivi che possono collegarsi, in modo cablato o wireless, al “micro server” MOito, tra cui smartphone e tablet di qualsiasi fornitore e sistema operativo (Android, Windows, Apple iOS, Linux….). La connessione avviene istantaneamente e una vasta serie di periferiche può essere a sua volta connessa grazie alla ricca dotazione di quattro porte USB, quattro seriali, video HDMI e VGA, oltre ad una porta LAN. In questo modo, per esempio, possono essere collegati direttamente scanner, bilance, monitor per la visualizzazione al cliente, stampanti. La stampa dello scontrino fiscale avviene direttamente attraverso MOito.

Questo potente terminale multi-uso utilizza il diffuso sistema operativo Android 4.3 Jelly Bean che, insieme con l’avanzata piattaforma hardware contribuisce a realizzare un sistema estremamente parco nei consumi, con alimentazione 12V. La memoria RAM DDR da 1 GB e l’archiviazione in tecnologia flash da 8 Gigabyte permettono di fronteggiare anche i più impegnativi carichi di lavoro, grazie al sistema operativo leggero e ottimizzato.

‘Il carattere “aperto” di MOito, un’autentica innovazione italiana per i nuovi scenari della shop automation viene confermato con la nascita di un vero eco-sistema che moltiplica le sue possibilità d’uso e l’ingresso di un pc-terminal a base Android ne è l’ulteriore manifestazione”, dice Roberto Papi, amministratore delegato di Coris Tech. “MOito ha per la prima volta creato l’anello di congiunzione tra la dimensione del web, la mobilità, l’interoperabilità con i mondi Microsoft Windows, Google Android, Apple iOS. Ora l’arrivo di un terminale low cost, user friendly e industry standard estende ulteriormente le possibilità d’impiego, unendo il mondo tradizionale del registratore di cassa, indipendentemente dalla tecnologia e dal fornitore, per estendersi ai più avanzati sistemi di gestione di shop automation, aprendo anche la strada alle future evoluzioni in materia di sistemi di pagamento e di nuove norme sullo scambio delle informazioni”.