boot animation Cyanogen OS

XDA attacca duramente Cyanogen Inc e Kondik risponde (video)

Lorenzo Quiroli -

XDA è conosciuto principalmente come community dove gli sviluppatori mostrano il loro lavoro, ma c’è anche un blog nel quale è stato sferrato un duro attacco verso Cyanogen Inc e la scelta di integrare Truecaller all’interno del loro firmware.

Per quale motivo? Per il modo in cui Truecaller raccoglie i numeri: in pratica aderendo al servizio consegnerete di vostra spontanea volontà la vostra rubrica a Truecaller, che la userà per rimpolpare il proprio database. Questo è al limite della legalità, o meglio è illegale nell’Unione Europea, a meno che non abbiate chiesto e ottenuto il permesso da tutti i vostri contatti prima di aderire al servizio (il che è alquanto improbabile).

Insomma, degli 1,6 miliardi di numeri in possesso di Truecaller, solo una piccola percentuale potrebbe essere stata ottenuta legalmente, ma il fatto che molti non ne conoscano l’esistenza lo tiene al sicuro. Se volete eliminare il vostro numero dal servizio potete usare questa pagina.

Una partnership che quindi sarebbe in netto contrasto con la promessa di un Android più aperto fatta tempo fa da Cyanogen Inc. Steve Kondik però non ci sta e risponde su Google+ sottolineando tutti gli sforzi compiuti in Cyanogen OS per proteggere i dati degli utenti, come Whisperpush o Privacy Guard. Purtroppo però non smentisce in alcun modo le critiche a Truecaller.

Il servizio in questione sarà opzionale, dunque nessuno verrà obbligato ad utilizzarlo. In attesa di vedere come sarà implementato, XDA sottolinea che questo carica sui suoi server i dati degli utenti subito dopo la registrazione senza chiedere il loro esplicito consenso.

LEGGI ANCHE: Cyanogen Bytes ci spiega App Themer

Nel frattempo Cyanogen Inc ha pubblicato un nuovo video della serie Cyanogen Bytes, dove viene spiegato il funzionamento di Truecaller, ovviamente senza menzionare la questione della privacy:

Fonte: XDA
video