Android privacy

Android potrebbe introdurre maggiori controlli sulla privacy al Google I/O

Nicola Ligas -

Stando ad un reporto pubblicato da Bloomberg, al Google I/O arriveranno novità in materia di privacy per Android, dando agli utenti la possibilità di scegliere a cosa le varie app possono accedere, ad esempio foto, contatti o posizione. Questo non significa, come da alcuni riportato, che sarà possibile revocare i permessi che vogliamo alle app, ma più probabilmente che potrà essere limitato l’accesso a determinati contenuti.

Chi conosce come funziona iOS saprà che una cosa simile è già possibile nei dispositivi della mela, ed è così che ce la immaginiamo su Android: una sezione dove sia possibile decidere quali app accedono alla nostra posizione, ai contatti, agli appuntamenti del calendario, alle foto / fotocamera ecc. È qualcosa di simile a quanto faccia anche il Privacy Guard di CyanogenMod (anche se questo è molto più potente).

LEGGI ANCHE: 5 app per la privacy

Revocare permessi a caso non è mai una buona idea, perché può portare un’app ad esibire dei comportamenti non previsti; mettere a monte un sistema che, se non è per esempio selezionato il flag sulla fotocamera per Hangouts, faccia comparire un pop-up di avviso ogni qual volta cerchiamo di scattare una foto in una chat, è un’altra cosa, ed è ciò che potrebbe fare Google a breve. Ne sapremo di più a fine mese, durante l’annuale conferenza per sviluppatori, ammesso che ci sia del vero in questo report.

Fonte: Bloomberg
Google I/O 2015google IO