google-chrome-logo

Come Chrome trasformerà i siti web in applicazioni

Lorenzo Quiroli Il web si adatta al mondo degli smartphone con l'ultimo aggiornamento di Chrome per Android

Con Chrome 42 Google ha apportato alcune novità volte ad avvicinare il web a quello che è il mondo mobile di smartphone e tablet e oggi con un post sul suo blog l’azienda di Mountain View chiarisce alcuni dei dubbi che aleggiavano su queste nuove possibilità.

La notifiche push sono il principale passo che permetterà ai siti web di essere meno isolati in ambito mobile: ovviamente dovrete dare il vostro consenso per permettere ad una pagina di inviarvi notifiche, che riceverete in tempo reale anche se il browser Chrome non è attivo.

chrome app 2

Presto potrete già ricevere notifiche da Beyond the Rack, eBay, Facebook, FanSided, Pinterest, Product Hunt e VICE News, i primi siti ad aderire a questa iniziativa (ebbene sì, chi odia l’app Android di Facebook e non la vuole installare potrà ricevere notifiche push dalla web app).

La seconda è una funzionalità già presente da tempo ma ora resa più visibile, ossia la possibilità di porre un’icona nella home che sia in fondo un segnalibro per aprire un sito che visitate spesso velocemente, e che si presenta in maniera totalmente indistinguibile da un’app (almeno sulla homescreen).

chrome app 1

Infine, la possibilità per gli sviluppatori di colorare la barra superiore di Chrome e la nuova gestione delle schede di Lollipop permette di fornire un’esperienza nella quale ogni sito web è più un’app che una parte del browser. Un approccio nuovo, il cui successo sarà tutto da valutare, ma che scrive una nuova pagina nell’avvicinamento tra quelli che sono due dei principali ambiti per Google: il web e il mondo mobile.

chrome app 3

Fonte: Google