works with cardboard

Google Cardboard diventa una piattaforma per portare la realtà virtuale in mano a chiunque

Nicola Ligas Works with Google Cardboard è il nome di un nuovo programma lanciato da Google per rendere sempre più accessibile la realtà virtuale

Google Cardboard si conferma sempre più come un progetto concreto, e non una toccata e fuga, e la conferma arriva dal nuovo programma Works with Google Cardboard. Il suo scopo è infatti permettere ad ogni Cardboard viewer di funzionare correttamente con le app progettate per Cardboard.

Come probabilmente saprete o come potrete intuire dall’immagine di apertura, Cardboard non è più solo il pezzo di cartone pensato da Google: ci sono tanti dispositivi compatibili, realizzati in materiali diversi, dalla plastica, al legno, al metallo, passando per i cartoni della pizza o i vecchi giochi. Il problema è che ogni viewer può avere delle piccole differenze in ottiche o dimensioni che influenzano la resa delle varie app: ecco perché nasce Works with Google Cardboard.

LEGGI ANCHEGoogle Cardboard: la nostra prova

Gli sviluppatori potranno configurare meglio le proprie app grazie ad un tool di compatibilità, e i produttori riceveranno un bollino per testimoniare che il loro prodotto funziona correttamente con Cardboard, in modo da tutelare gli utenti, che potranno così comprare con maggiore cognizione di causa il viewer che vorranno. Una vittoria per tutti insomma.

Dato poi che le app per Cardboard crescono rapidamente, Google ha ampliato le raccolte che trovate sul Play Store: abbiamo quelle per Musica e Video, Giochi, ed esperienze viarie.

Se volete quindi vedere i viewer già certificati per Cardboard o scoprire come costruirne uno, visitate la pagina ufficiale di Google, anche se nel caso del “fai da te”, vi raccomandiamo anche la nostra guida in italiano per costruire Cardboard. E state tranquilli riguardo al futuro del vostro “investimento”, perché Google conferma di voler continuare a spingere su questa tecnologia, annunciando che il Thrive Audio team dalla School of Engineering del Trinity College di Dublino ed il Tilt Brush team si sono appena uniti a Google, per audio e 3D sempre più di qualità.

Fonte: Google