Skullduggery

Le tasse si pagano anche da morti, parola di Skullduggery! (foto e video)

Giorgio Palmieri -

Sapete quella storia che le faccende, positive o negative che siano, legate alle ricchezze accumulate durante la vita svaniscono quando si muore? Non c’è niente di più falso secondo ClutchPlay Games, perché anche da morti bisogna pagare sia le tasse che le imposte, fosse l’ultimo centesimo nelle vostre tasche.

LEGGI ANCHE: Il futuro dei videogiochi? È nelle mani di Hopiko

In Skullduggery si impersona un teschio impiegato come agente di riscossione delle imposte per l’azienda del Servizio Entrate Infernale. Il potere del protagonista è senza dubbio singolare: viene chiamato elasticità del cervello nel vero senso della parola, in quanto potrete scagliarvi come dei proiettili di una catapulta lungo i livelli di gioco.

Bisognerà sfruttare ogni antro per raccattare quanti più soldi possibili e, se le cose si dovessero mettere male, tanto da far infuriare chi proprio non vuol tirar fuori la grana, sarà sufficiente colpirli al cranio per eseguire un vero testa a testa. Ampiamente premiato dalla critica, Skullduggery è finalmente disponibile gratuitamente su Android, formula supportata da acquisti in-app.

Google Play Badge

video