Battery low final istock

Nemmeno Google riesce a realizzare batterie più durature

Nicola Ligas -

Dopo circa 9 mesi di sviluppo (pochissimi, in questi ambiti) Google ha chiuso un progetto della sua divisione Advanced Technology and Projects (ATAP – la stessa di Project Ara e Tango) che mirava ad aumentare l’autonomia dei dispositivi mobili di 5-10 volte rispetto alla generazione attuale.

A riportarlo è il Wall Street Journal, che però non scende in troppi dettagli in merito. Il concetto è che comunque il progetto non stava dando i frutti sperati, e sebbene solitamente vengano concessi due anni di test, prima dell’eventuale chiusura, a quanto pare in questo caso c’erano i presupposti per uno stop ampiamente anticipato.

L’autonomia è in effetti, ad oggi, l’unica cosa che i moderni smartphone invidiano ai feature phone, e sebbene un po’ di progressi siano stati fatti nel corso del tempo, non siamo ancora arrivati a nulla di davvero rivoluzionario. A quanto pare non è un compito affatto facile se anche uno come Google, che notoriamente punta in alto, deve fare marcia indietro, ma ci piace pensare che da qualche parte, in qualche laboratorio segreto, ci sia già qualcuno con uno smartphone che non prega di essere collegato alla corrente a fine giornata. Speriamo solo che non resti segreto troppo a lungo.

Foto: iStockphoto

Via: Businessinsider