Google ebola tablet

Google crea un tablet per chi lavora a contatto con Ebola

Lorenzo Quiroli Google si mette ancora una volta a disposizione della medicina con un tablet per aiutare i medici a contatto con il virus Ebola

Le esigenze dei consumatori come noi possono essere molto diverse da quelle di altre categorie, meno numerose ma non per questo meno importanti. Google dimostra di essere attento anche a questi, producendo un tablet che può essere igienizzato con appositi prodotti.

Fino ad ora infatti i medici al lavoro sul virus Ebola dovevano entrare nelle zone adibite ai pazienti, segnarsi le informazioni su carta e urlarle poi ai colleghi fuori dalla zona, distruggendo infine i fogli sui quali avevano scritto. Una procedura non sicuramente comoda ed estremamente soggetta al rischio di trascrivere informazioni errate, ma fortunatamente ora non sarà più necessaria.

LEGGI ANCHE: Una proteina potrebbe aiutare contro i sintomi dell’Alzheimer

Il tablet è contenuto in una scocca di policarbonato e può essere immerso nel cloro per 10 minuti senza subire alcun danno. Eric D. Perakslis, un medico di Harvard, sta lavorando con Medici senza Frontiere per rendere il design open-source e poterlo così adattare ad altre malattie. Fa sicuramente molto piacere vedere le grandi aziende mettere a disposizione i loro mezzi per aiutare la medicina e speriamo che molte altre seguano l’esempio.

Via: The VergeFonte: Wired