Cyanogen-logo

Come Cyanogen Inc. pensa di strappare Android a Google

Lorenzo Quiroli -

A gennaio abbiamo letto una notizia che non ci saremmo aspettati di leggere: Cyanogen, Inc., compagnia che ha fatto la sua fortuna anche grazie all’apertura di Android, ha intenzione di strappare il robottino verde dalle grinfie di Google e realizzare così la propria visione con un suo app store, servizi alternativi e altro ancora.

A parlarne nuovamente è sempre Kirk McMaster, il CEO dell’azienda, che fornisce ulteriori dettagli sul piano dell’azienda e su come questa potrà trarre profitto dalla separazione. Cyanogen OS offrirà un grado di integrazione ad app di terze parti come Spotify e Dropbox (questi sono esempi, non è detto che ci sia un accordo commerciale NdR) al momento impossibile e in cambio questi servizi pagheranno una piccola somma a Cyanogen, Inc.

LEGGI ANCHE: Microsoft non ha ancora investito in Cyanogen, Inc.

Questo piano è comunque in via di sviluppo, dato che McMaster assicura che saranno gli utenti a scegliere i servizi e gli sviluppatori attraverso un SDK potranno integrare le loro app. I lavori per l’app store, che doveva essere pronto entro 18 mesi dallo scorso gennaio, procedono regolarmente senza intoppi, ma non sarà del tutto nuovo, ma una raccolta di molti altri: pensatelo come un centro commerciale, all’interno del quale ci sono molti piccoli o grandi negozi. Non è chiaro però come Cyanogen, Inc. possa garantire la qualità e la sicurezza delle app in questo modo.

Kirk precisa poi di amare Google e di usare i suoi servizi ma a suo parere sta a BigG lavorare con Cyanogen ed adattarsi, non viceversa. Cyanogen vuole lottare per l’apertura e la libertà di Android secondo le parole dell’uomo a capo dell’azienda, ma riuscirà davvero ad essere indipendente da Google?

Fonte: Fast Company
Dropbox