Nascita Gear VR

Un padre assiste alla reale nascita del figlio, in realtà virtuale (video)

Nicola Ligas

A cosa serve la realtà virtuale? In maniera molto riduttiva e rischiando di attirare su di noi le ire di Oculus potremmo dire: “a giocare”. Non solo, non secondo Samsung almeno. Ecco la storia di Jace Larke, ingegnere elettrico australiano, impossibilitato causa lavoro ad assistere alla nascita del terzo figlio. Poteva quindi Samsung lasciarsi sfuggire l’occasione di ricongiungere una padre con la sua sempre più numerosa famiglia?

LEGGI ANCHE: Gear VR per Galaxy S6 è migliore di quello per Note 4

L’ovvia risposta ci rimanda al video qui sotto, che mostra come Jace abbia potuto assistere al parto della moglie Alison grazie ad un’apposita stanza cosparsa di videocamere, dove si trovava quest’ultima, e ad un Samsung Gear VR.

Non staremo qui a discutere di quanto quella di Samsung non sia stata certo solo bontà d’animo, né del desiderio di Mr. Larke di assistere alla nascita del figlio, ma le parole di ringraziamento della moglie (se siete interessati, le trovate nel link alla fonte) sembrano fin troppo uno spot pubblicitario strappalacrime, e ci lasciamo ancora più nel dubbio che l’intera vicenda sia solo un gigantesco spot, anche per le persone coinvolte.

Fonte: CNet
video