Android 5.1 official changelog

Tante piccole novità di Android 5.1 Lollipop (foto)

Nicola Ligas -

Oltre alle novità più macroscopiche (ma nemmeno poi tanto) che vi abbiamo già mostrato ieri, Android 5.1 Lollipop porta con sé altri sottili cambiamenti, meno visibili ad un primo sguardo, che andremo ora ad elencare brevemente giusto per completare ulteriormente la trattazione.

LEGGI ANCHE: Android 5.1 con nuove API per il operatori

Dato che si tratta di novità spesso davvero piccole, le elencheremo una ad una, lasciando poi che sia anche la galleria a fine articolo a parlare, per chiarire qualcosa che non fosse eventualmente chiaro dalla sola descrizione.

  • Regolando il volume dopo aver avviato l’app dell’orologio cambieremo in realtà il volume della sveglia, non importa in quale delle quattro schermate dell’orologio ci troviamo. Per passare alla modifica del volume di sistema dovremo premere l’icona a forma di campanellino, sull’estrema destra.
  • Sempre riguardo ai volumi, è possibile cambiare il volume di sistema durante la riproduzione audio: basta premere sull’icona all’estrema destra, come già accennato al punto precedente.
  • L’icona di default di Android è cambiata, ed ora mostra solo un robottino a mezzo busto, anziché uno intero.
  • Le impostazioni sul tempo di inattività consentono ora di abilitare le interruzioni con priorità, mentre prima le disabilitavano del tutto.
  • Android non si collega più ad una rete Wi-Fi che non abbia connettività internet. O meglio: una volta che il vostro Android si fosse connesso ad una rete senza effettiva connettività, in seguito non vi si collegherà più automaticamente (a meno che non lo forziate manualmente). Ricordate che comunque nel caso Android fosse connesso ad una rete Wi-Fi senza internet, già da tempo viene effettuato lo switch automatico su rete mobile, quindi in realtà questa novità difficilmente la noterete.
  • La schermata Info sul telefono -> Stato ha subito un piccolo restyling.

Come vedete si tratta davvero di novità davvero piccole. Quella che noterete più spesso riguarda probabilmente la regolazione del volume, che adesso ha più senso (fare un semplice pannello espandibile, come in tante ROM, era davvero troppo per Google), mentre le altre sono piccolezze, anche se il cambiamento alle ore di quiete non è da sottovalutare, sempre che usiate questa funzione.

Se aveste notato altre differenze non elencate, nemmeno nell’articolo di ieri, non esitate a farcelo sapere nei commenti.