FRANCE-INTERNET-WHATSAPP

WhatsApp nega che i ban dai suoi servizi siano permanenti

Nicola Ligas Se utilizzate client di terze parti per accedere a WhatsApp, l'eventuale ban sarà di sole 24 ore. Ripetuto.

La morale è: non usate client di terze parti, se non volete problemi. Questo è tutto ciò che dovete sapere. Se poi volete la versione un po’ più lunga della storia, aggiungiamo che WhatsApp ha negato che i ban inflitti agli utenti che usino versioni non ufficiali dell’app siano permanenti, come invece sembrava ultimamente.

LEGGI ANCHEWhatsApp e Facebook Messenger: problemi con TIM

Il “malinteso” è nato a causa dell’uso dei termini “Permanent Account Disable“, cui va incontro chi utilizzi client di terze parti. Il senso è che continuando ad avvalersi di questi ultimi, il ban sarà reiterato continuamente, rendendo di fatto l’account inutilizzabile. Qualora però l’utente torni nelle grazie di WhatsApp, utilizzando la versione del Play Store o la beta ufficiale, il ban scomparirà al termine delle canoniche 24 ore, come chiaramente specificato nelle FAQ sul sito ufficiale di WhatsApp.

Fonte: Tech Crunch