Android Malware

Non fidatevi dei libri di Play Books che promettono app craccate

Giuseppe Tripodi

Utilizzando il Play Store da diversi anni, uno pensa di averle viste tutte: cloni improbabili di titoli più blasonati, app che sfruttano un brand famoso e l’ingenuità degli utenti e anche finti antivirus che in realtà non fanno nulla. La realtà è che è inevitabile che si scoprano sempre nuovi modi di truffare e, a quanto pare, l’ultima trovata dei furboni di turno è cercare di vendere libri su Play Books in cui dovrebbero trovarsi i link per APK craccati, ma che in realtà spesso contengono solo malware.

LEGGI ANCHE: Circa 16 milioni di dispositivi mobili infettati da malware lo scorso anno

Oltre il danno, la beffa: non solo la vendita (a prezzi bassi, ovviamente) di presunti libri che sarebbero in ogni caso completamente illegali, ma anche il passaggio da diversi siti pubblicitari per aumentare gli introiti e installer malevoli. I colleghi di Android Police che hanno riportato la notizia, provando a scaricare un’ipotetica copia craccata di LIMBO si sono ritrovati con file .exe e .apk di dubbia provenienza.

 

Anche noi abbiamo provato a cercare qualche parola chiave come “apk”, “crack” o “hack” su Play Books e possiamo testimoniare che la quantità di presunti libri trovati è davvero alta ma, come al solito, per evitare di incappare in materiale scomodo è sufficiente evitare di installare app e giochi da fonti esterne al Play Store. In ogni caso, se doveste incappare in titoli del genere vi invitiamo a segnalarli per la rimozione, nella speranza che Google si accorga al più presto del problema e faccia un po’ di pulizia.