Basic CMYK

MobiWire, erede di Sagem, entra nel mercato italiano

Lorenzo Quiroli -

MobiWire, produttore di smartphone francese erede di Sagem, ha annunciato il suo ingresso nel mercato degli smartphone italiano. Dopo essere entrata nel settore mobile a luglio 2011, l’azienda ha conquistato il 5% del market-share francese vendendo un milioni di smartphone solamente nel 2013. Come è naturale che sia in un comunicato stampa di questo tipo, MobiWire promette il miglior rapporto tra qualità, prezzo e prestazioni possibile.

LEGGI ANCHE: La batteria del futuro durerà meno di quella attuale

Non sappiamo ancora quali saranno i primi smartphone di MobiWire ad arrivare nel nostro paese, ma probabilmente saranno annunciati in un secondo momento. In attesa quindi di ulteriori notizie vi rimandiamo al comunicato stampa di MobiWire, che trovate qui sotto.

Qualità, prezzo e 3 anni di garanzia: MobiWire arriva in Italia e arricchisce il panorama dei cellulari, smarthphone e feature phones ad alte prestazioni

Maggiore possibilità di scelta per un utente maturo, evoluto e informato

Milano, 25 febbraio – Il panorama italiano degli smartphone da oggi ha un player in più: il brand francese MobiWire. Erede di Sagem – storica azienda d’oltralpe impegnata nell’elettronica di consumo e più in generale nei sistemi di comunicazione – arriva sul mercato italiano con un forte impegno basato su di un messaggio chiaro: garantire anche ai consumatori italiani il miglior rapporto tra qualità, prezzo e prestazioni.

MobiWire fa il suo ingresso sul mercato francese della telefonia mobile nel luglio 2011; da allora è cominciato il suo percorso che in soli 2 anni ha portato l’Azienda a imporsi in maniera concorrenziale progettando e producendo smartphone altamente competitivi rispetto a quelli sviluppati dai brand più noti. Con oltre un milione di cellulari venduti in Francia solo nel 2013, MobiWire ha già conquistato il 5% della quota di mercato francese.

Forte di questi risultati e delle alte performance dei suoi prodotti, MobiWire arriva in Italia con il chiaro intento di differenziarsi rispetto ai maggiori competitor di mercato attraverso due elementi chiave del suo posizionamento: alta qualità al giusto prezzo.

Riflettori puntati sulla qualità: MobiWire pone l’accento sulla qualità dei suoi prodotti grazie all’expertise maturata con Sagem e al controllo produzione garantito attraverso una fabbrica di sua proprietà. L’approvazione da parte degli operatori è poi il miglior sigillo dell’infaticabile ricerca dell’eccellenza che caratterizza MobiWire. Gli smartphone MobiWire usano il sistema operativo Android per offrire un’ottima esperienza di utilizzo.

L’utente al primo posto: MobiWire mette al primo posto il desiderio di soddisfare le aspettative anche dei consumatori più esigenti sempre alla ricerca di maggiori possibilità di scelta; “Scegli la qualità di uno smartphone, non il suo brand” questo il claim che MobiWire ha scelto per descrivere il suo posizionamento di mercato.

Elizabeth Heib, Responsabile Marketing e Comunicazione di MobiWire, commenta così gli asset dell’Azienda: “Proporre un brand smart e contemporaneo è la chiave della nostra differenziazione. Non miriamo a distinguerci ad ogni costo, ma conquistare e convincere il mercato con un prodotto di qualità al giusto prezzo. Il consumatore oggi è un vero esperto, un utente maturo che arriva al momento d’acquisto molto consapevole del ventaglio di possibilità offerte dai vari competitor; è informato e opta a favore dell’acquisto più intelligente tra qualità e prezzo. MobiWire ha l’ambizione di essere la risposta alle richieste di un utente evoluto; siamo convinti che la qualità degli smartphone MobiWire sarà la miglior ambasciatrice del nostro brand per conquistare anche il mercato italiano”. In linea con questo approccio, MobiWire ha selezionato un partner qualificato e ha scelto di affidare a ZAP S.p.A l’ingresso del suo brand in Italia.

L’Arrivo di MobiWire in Italia si inserisce in un momento particolarmente favorevole per il comparto degli smartphone in linea con quanto emerge nel recente studio di Cisco® Visual Networking IndexTM Mobile in Italia. I dispositivi “intelligenti” sono l’area di crescita più calda sia per i consumatori che per l’ecosistema mobile B2B globale. Nel 2014 gli utenti mobile in Italia erano 53.6 milioni (l’88% della popolazione complessiva) ed entro il 2019 il numero salirà a 55 milioni (90% della popolazione complessiva): entro 4 anni, gli italiani avranno una media di 3 dispositivi mobile a testa.