Samsung Exynos finale

Samsung lavora sul processo produttivo a 10 nanometri

Lorenzo Quiroli

Galaxy S6 sarà il primo smartphone in vendita con un SoC realizzato con processo produttivo a 14 nm, ma Samsung non ha intenzione di fermarsi qui e guarda già al futuro, ossia alla realizzazione di chip a 10 nm (nanometri). Per chi non lo sapesse con questa misura si indica la dimensione media del gate di ogni transistor: per farvi un’idea dell’ordine di grandezza, un capello umano ha uno spessore di 80000 nm (secondo Wikipedia).

LEGGI ANCHE: Galaxy S6 non subirà un antennagate grazie a questa tecnologia

Samsung reputa che questa tecnologia costituirà un grande passo in avanti soprattutto per l’IoT (Internet of Things), settore a cui l’azienda coreana è particolarmente interessata. I vantaggi del processo produttivo a 10 nm sono una maggiore potenza e una migliore efficienza energetica, ma per poterli provare ci sarà da aspettare: attualmente le previsioni parlato di fine 2016 / inizio 2017, dunque per il momento ci dovremo accontentare di vedere la nuova serie Exynos.

Via: SammobileFonte: Zdnet
Exynos