Tail Drift

Tail Drift: e che me ne frega a me, io c’ho il diesel! (recensione)

Giorgio Palmieri -

Tail Drift è il tipico gioco che esalta. Lo avvii, ci fai la prima partita, e rimani folgorato da una cura generale ottima, almeno di primo impatto. C’è da ammettere che per stupire su piattaforma mobile basta poco, basta quel poco che eleva il prodotto sopra la media della solita solfa videoludica. Tail Drift è però di più, sicuramente di più di quel che ci si può aspettare da un banale clone di Mario Kart: ma, allo stesso tempo, molto meno di ciò che si presenta all’inizio.

LEGGI ANCHE: Videorecensione di Beach Buggy Racing

5.0

Super Mario Plane

Tail Drift Android - 1

Prodotto da Right Pedal Studios, questo gioco di corse arcade ci mette ai comandi di un aeroplano. Non sarà possibile volare liberamente, in quanto il velivolo è attaccato magneticamente ad un tubo, dove si può ruotare attorno per schivare ostacoli e per raccogliere i consueti potenziamenti. Questi sono una manciata, e sono quanto di più classico si è visto nei karting game: si va dal semplice sparo, alla mina di prossimità, fino ad arrivare al turbo. L’uso sapiente dei vari potenziamenti permetterà al giocatore di ottenere una valutazione a tre stelle, utili per proseguire nella carriera. Si ottengono poi delle monete ad ogni gara, che servono chiaramente a potenziare il proprio aeroplano.

Il tutto sembra quindi molto classico, ma è proprio il cuore del gameplay ad essere pulsante e potente. È essenzialmente una gioia per gli occhi: graficamente non fa gridare al miracolo, ma è tutto così fluido, così veloce che l’impalcatura visiva risulta ben più che un mero contorno. Quando si ruota attorno ai percorsi tubolari, la telecamera garantisce sempre una buona visuale, quasi mai confusionaria, che trasforma in uno spettacolo in moto l’intera corsa, complici anche degli scorci niente male.

I controlli sono poi perfetti, seppure estremamente semplici, relegati al solo movimento rotatorio, senza freno, ma di fatto ben calibrati. Cos’è quindi che non va in una produzione così apparentemente curata come Tail Drift? È, a malincuore, un pay-to-win. In un modo diverso dal solito, ma sempre tale.

La questione del perché

Tail Drift Android - 5

Prima di gridare allo scandalo: Tail Drift è un pay-to-win, ma non nel senso che è stato studiato per esserlo. Nello specifico: ogni tracciato richiede una certa potenza, e non importa quanto bravi sarete, sarà comunque necessario acquistare determinati boost per il velivolo. E fin qui ci potrebbe pure stare, peccato che le ricompense ottenute rigiocando le piste già percorse sono al limite della decenza se paragonate ai costi dei singoli power-up. Il che ci ha portato ad una riflessione: possibile che gli sviluppatori non abbiano fatto attenzione ad un aspetto così banale?

Non c’è nemmeno un menù per comprare comodamente i crediti: l’acquisto è gestito malamente con semplici pop-up che ci informano di non avere abbastanza soldi per potenziare l’aeroplano, e il gioco ci inviterà a sborsare del denaro per avere una somma di crediti pari al costo del boost (all’incirca). Si denota quindi un modello di progressione grossolano, che sfocia in un livello di difficoltà mal calibrato, ed insieme limitano tremendamente il divertimento offerto da Tail Drift.

Purtroppo l’aspetto pay-to-win si presenta fin da subito, dopo poche gare, non permettendo quindi di accumulare monete per un singolo potenziamento. Se al tutto ci aggiungiamo un gameplay non proprio profondo, un sistema ad energia punitivo e avaro (che limita a tre le sole gare da poter giocare in un piccolo lasso di tempo), e una quantità di contenuti risicata, capiamo che Tail Drift è un titolo palesemente incompleto, permeato da scelte di monetizzazione discutibili.

Girovagando (a vuoto) per il tubo

Un cioccolatino videoludico gustoso, ben confezionato, pure di bella presenza: e poi basta. Lo si mangia così, ma dura troppo poco, tant’è che ve ne scorderete presto della sua esistenza. Ne volete altri? Pagate. Non si sa precisamente quanto, ma agli sviluppatori sembra che non gli importi più di tanto. Peggio per loro, perché Tail Drift è un buon gioco, poco profondo però piuttosto divertente, rovinato da un modello di monetizzazione e progressione pessimo, e da rivedere.

PRO

CONTRO

  • Twist originale del genere
  • Una gioia per gli occhi
  • Semplice e abbastanza divertente
  • Progressione mal bilanciata
  • Poco profondo
  • Contenuti risicati
  • Pay-to-win

Google Play Badge

Recensionevideo