chrome beta

Chrome beta contiene le prime tracce di account per bambini e supporto a AirView

Lorenzo Quiroli

Ieri Google ha svelato Chrome 41 beta per smartphone e tablet Android, di cui vi abbiamo elencato le novità, la più importante delle quali è il pull-to-refresh su ogni sito web. Oggi invece passiamo alle novità nascoste, ossia a funzionalità in fase di lavorazione non ancora pronte per essere lanciate ma in grado di fornirci un’idea di cosa vedremo in futuro.

La prima è l’integrazione degli account per bambini in Chrome confermata da queste stringhe:

<string name=”fre_signed_in_description_uca_addendum”>Your parents help manage these settings.</string>
<string name=”kids_account”>”This is a kid’s account”</string>
<string name=”account_management_parental_settings”>Parental Settings</string>
<string name=”account_management_no_parental_data”>Waiting for details of parents.</string>
<string name=”account_management_one_parent_name”>This account is managed by %1$s.</string>
<string name=”account_management_two_parent_names”>This account is managed by %1$s and %2$s.</string>
<string name=”account_management_child_content_title”>Content</string>
<string name=”account_management_child_content_approved”>Only approved sites</string>
<string name=”account_management_child_content_all”>Uncontrolled</string>
<string name=”account_management_child_safe_search_title”>SafeSearch</string>

LEGGI ANCHE: Google creerà account per bambini

Peccato solo per il fatto che gli account per bambini non esistano ancora, dato che si tratta solamente di una voce già confermata in parte dal codice di Google Play Services 6.5.

Si passa poi al supporto a Samsung AirView, ossia una funzionalità che ci permette di vedere delle anteprima senza toccare il display ma semplicemente avvicinando il dito allo schermo. Al momento c’è un flag ma nulla di più, segno che essa non è ancora stata implementata-

C’è anche spazio per un’API che permetterà nuove possibilità per le web app, ossia sincronizzazione in background e ricezione di notifiche, in modo da renderla una vera e propria app. Infine, c’è il FAB (il tasto in rilievo in basso a sinistra) per la scansione della carta di credito e forse un nuovo redesign dei segnalibri, che però non possiamo ancora vedere.

Fonte: AndroidPolice