Droid Automation_automatizzare android

Automatizzare il dispositivo diventa facile, grazie a Droid Automation (foto)

Cosimo Alfredo Pina

 

La versatilità di Android permette di avere accesso a molte funzioni, alcune anche avanzate, che ci rendono la vita digitale più facile. Tuttavia spesso e volentieri questo comporta il dover interagire direttamente con il nostro dispositivo. Fortunatamente esistono diverse app, prima fra tutte Tasker, che permettono di automatizzare Android; andiamo a vedere se l’esperienza offerta da Droid Automation è all’altezza di questa utile funzionalità.

Eseguire azioni automaticamente grazie a dei profili

L’app Droid Automation punta a fornire un’alternativa semplice e veloce da configurare, per controllare in maniera automatica il nostro dispositivo. Le funzioni offerte da quest’app sono molte e ben articolate ed includono anche opzioni legate ai permessi di Root e dei blocchi condizionali, con cui rendere ancor più preciso il controllo su Android.

Impostare i profili di Droid Automation

L’interfaccia di Droid Automation è molto semplice, caratterizzata da una grafica minimale in bianco e nero. La prima schermata mostrata è quella dei profili dove potremo iniziare ad aggiungervi il primo, premendo il relativo tasto sulla barra delle azioni; una volta specificato il nome dell’elemento potremo passare alla relativa configurazione con un semplice tap.

LEGGI ANCHE: Come automatizzare i comportamenti del proprio smartphone con Llama

La creazione di un profilo è divisa in due parti: la prima è quella dei “Triggers”, ovvero le azioni o condizioni che faranno attivare la catena di “Task”, cioè le operazioni che vogliamo far avvenire sequenzialmente. Tra le scelte presenti nella prima scheda troviamo:

  • Cambio nella connettività Wi-Fi
  • Stato hotspot Wi-Fi
  • Cambio nella connettività Bluetooth
  • Connessione ad una particolare rete Wi-Fi
  • Stato dell’alimentazione
  • Connessione cuffie
  • Giorno ed ora

Le opzioni possono essere combinate per ottenere un controllo preciso sull’attivazione. Tuttavia la vera potenzialità di Droid Automation viene espressa con i “Task”; qui troviamo infatti davvero molte voci con cui prendere il pieno controllo del dispositivo:

  • Reti: con cui controllare tutte le connessioni base come Wi-Fi, Bluetooth e rete mobile, oltre ad altre opzioni più avanzate come Wake-On-Lan e Http GET.
  • Suoni e media: qui troviamo tutto ciò che riguarda il comparto audio del dispositivo e potremo variare il volume dei vari canali (musica, chiamate…) e controllare la riproduzione musicale.
  • Display: luminosità, rotazione automatica led di notifica e timeout del display potranno essere facilmente variati in questa sezione.
  • Root: questa sezione, dedicata agli utenti che hanno acquisito i permessi di Root, permette di gestire la modalità aeroplano, il GPS, riavvio e spegnimento del dispositivo, oltre che terminare una determinata applicazione.
  • Blocchi condizionali: una delle funzioni più interessanti di Droid Automation, che permette di costruire dei blocchi “if” con cui potremo rendere ancora più precise le azioni eseguite. Qui oltre a tutte le opzioni offerte nella sezione “Triggers” ne troviamo altre di più avanzate come ad esempio la presenza di una determinata app o la connessione ad un determinato dispositivo Bluetooth.
  • Varie: ultima ma non meno ricca sezione, dove tra le tante scelte viene offerta la possibilità di avviare determinate app, aprire siti, effettuare chiamate o inviare SMS, attivare un’azione su Tasker, oppure avviare i comandi vocali di Google Now.

I profili creati possono essere rinominati, disattivati o eliminati dall’apposita scheda. Sebbene le funzioni offerte da quest’app non siano inedite, bisogna riconoscere che l’interfaccia pulita permette un’esperienza scalabile e rapida, adatta ad ogni tipo di utente.

Droid Automation: gratuita e in versione Pro

Molte delle funzioni, tutte quelle base, vengono offerte da Droid Automation in maniera gratuita e senza pubblicità, permettendo già un ottimo grado di controllo sul dispositivo. Coloro che vorranno sbloccare tutte le opzioni avanzate potranno acquistare la versione Pro ad un prezzo di 2,99€.

Entrambe le varianti dell’app sono distribuite sulle relative pagine del Play Store, a cui lasciamo un collegamento con i badge a seguire.

Versione gratuita

Google Play Badge

Versione a pagamento

Google Play Badge