eric schmidt

Eric Schmidt vaticina la sparizione di internet

Nicola Ligas

Come sarà internet tra qualche tempo? Non ci sarà più. O meglio, sarà ovunque. Si tratta del così detto “internet delle cose“, quello rappresentato da tutti i dispositivi interconnessi (non solo smartphone e tablet, ma anche elettrodomestici, apparecchi audio, lampadine, sensori, videocamere, ecc.), che stanno aumentando sempre più.

LEGGI ANCHESchmidt: il vero rivale di Google è Amazon

Ci saranno così tanti indirizzi IP, così tanti dispositivi, sensori, cose che indosseremo, cose con le quali interagiremo che non ce ne renderemo nemmeno conto. Immaginate di entrare in una stanza e che questa sia dinamica. E che, con il vostro permesso, possiate interagire con le cose nella stanza.

Difficile dare torto al Presidente di Google, perché nonostante Schmidt esordisca con un “the internet will disappear,” in realtà si tratta più di una trasformazione che di una sparizione: in un mondo in cui tutto e tutti sono connessi, internet sarà tutto intorno a noi, e anche noi saremo internet. Qualcuno ci scriverà un film di fantascienza al riguardo, ammesso che non l’abbiano già fatto.

Eric Schmidt