Top Eleven 2015 Android - 1

Top Eleven 2015: arriva l’aggiornamento per il celebre manageriale di calcio! (recensione)

Lorenzo Delli -

Top Eleven è senza dubbio il manageriale di calcio più diffuso ed apprezzato del panorama videoludico mobile: al momento può infatti contare su oltre 12 milioni di utenti attivi. Bisogna però ammettere che l’interfaccia di gioco ideata dai ragazzi di Nordeus non era esattamente il massimo, considerati anche i tanti concorrenti, alcuni anche piuttosto illustri (Champ Man 15 di Square Enix e Football Manager Handheld 2015 di SEGA), che presentano una grafica senza dubbio più accattivante. Proprio oggi però la software house ha rilasciato per Top Eleven il più grande aggiornamento dal momento del suo lancio, che da oggi assume il nuovo nome “Top Eleven 2015“. Andiamo a scoprilo insieme!

LEGGI ANCHE: Un’app davvero completa per seguire il mondo del calcio: Onefootball

Top Eleven 2015, invece di sfruttare dati relativi a squadre, campionati e giocatori ufficiali delle varie leghe sparse per il mondo come la concorrenza, offre al giocatore una prospettiva più fantasiosa sul calcio, inventandosi di sana pianta tutti i calciatori protagonisti delle rose degli utenti e del calciomercato. Anche le squadre sono di fatto inventate: questo perché ogni utente, al primo avvio del gioco, è chiamato alla creazione del proprio club. Si inizia proprio dalle basi, con una rosa di atleti piuttosto basilare, con uno stadio minuscolo e con pochissime, e altrettanto basilari, strutture per allenare e gestire il tutto.

Top Eleven 2015 Android - 6

Di fatto il giocatore non si limita ad assumere i panni dell’allenatore del proprio club, ma rivestirà la carica di dirigente del club stesso, curandone ogni minimo aspetto: maglie, edifici, contratti pubblicitari, aste, prezzo del biglietto e molto altro.

SAREMO CHIAMATI A GESTIRE OGNI MINIMO ASPETTO DEL CLUB, NON SOLO L’ALLENAMENTO E LA GESTIONE DELLA SQUADRA

Sarebbe davvero lungo descrivere ogni minimo aspetto di gioco presente in Top Eleven 2015: anche solo entrando nel menu relativo ai trasferimenti, che ci permette di visionare e partecipare a varie aste, di fare trattative e di visualizzare i giocatori (o meglio, le giovani promesse) attualmente in osservazione, un utente appassionato del genere potrebbe di fatto “perderci” ore e ore nel tentativo di trovare ed ingaggiare l’atleta per completare la propria rosa perfetta.

Peculiare, ma piuttosto “realistica“, la scelta di impostare un campionato dinamico che fa si che utenti dello stesso livello si sfidino in match fissati a determinati orari del giorno. Dopo la partita iniziale con cui si viene accolti è infatti possibile dare un’occhiata al calendario, scoprendo che i match successivi sono fissati anche a 12 ore di distanza l’uno dall’altro. Nel frattempo il giocatore sarà chiamato ad allenare la propria squadra, decidendo quali tipi di esercizi far svolgere o se eventualmente far riposare gli atleti, e anche a gestire tutti gli altri aspetti precedentemente elencati.

Top Eleven 2015 Android - 4

Top Eleven 2015 è poi disponibile (questo anche precedentemente) in lingua italiana, risultando quindi fruibile da qualsiasi utente appassionato di calcio. Inoltre, altro grosso punto a favore, è accessibile anche da browser tramite Facebook, il che vi permette di gestire ogni aspetto della vostra squadra da più o meno qualsiasi dispositivo! Questa nuova versione derivante dal corposo aggiornamento odierno non ha solo cambiato il titolo, ma anche introdotto un completo restyling grafico che lo rende senza dubbio estremamente più gradevole ed intuitivo, anche per i neofiti.

I TOKEN SONO DAVVERO ESSENZIALI? OVVIAMENTE NO, MA CRESCERE E SCALARE LA CLASSIFICA NON è POI COSì BANALE

Veniamo però al dettaglio più importante, che in parte giustifica il nostro non volerci dilungare più di troppo sull’enorme mole di dettagli che caratterizzano il gameplay del gioco. Top Eleven 2015 è disponibile gratuitamente sul Play Store ed è coadiuvato da acquisti in-app opzionali. Tali in-app permettono ad esempio di acquistare le divise ufficiali delle squadre di calcio più famose dei vari campionati, compresi alcuni club italiani ovviamente, divise non ufficiali, stemmi e, ovviamente, crediti da spendere in gioco. In tal senso, oltre alla valuta non premium sono infatti presenti anche i token, che possono essere utilizzati come merce di scambio per la velocizzazione e per il pagamento della stragrande maggioranza degli elementi di gioco.

Quanto sono realmente influenti i token in Top Eleven 2015? Leggendo ad esempio i commenti dei giocatori più veterani sembra che vi siano pareri piuttosto discordanti: ovvio che il giocatore disposto a investire una cospicua somma di denaro potrà scalare rapidamente i vertici delle classifiche, ma un tale comportamento va senza dubbio ad inficiare sul divertimento che si può ottenere costruendo il proprio club dalla base, con pazienza e dedizione. Inoltre i token sono ottenibili visionando filmati pubblicitari (anche da PC) e sbloccando determinati achievement.

In definitiva vi consigliamo caldamente di testare Top Eleven 2015 con mano: questo perché, per come è impostata la struttura di gioco, il manageriale di Nordeus si presta perfettamente al settore videoludico mobile. Sarete probabilmente portati ad odiarlo profondamente, visto che la batteria del vostro dispositivo ne risentirà particolarmente e visto che, con tutta probabilità, vi troverete alle 23:50 a fissare il display nella speranza che quella partita così vitale vada a buon fine. Il giorno dopo vi troverete però nuovamente ad allenare la vostra squadra, a dare un’occhiata al calciomercato, e magari a partecipare a nuove competizioni. Non c’è in realtà bisogno di assegnare un voto finale: gli oltre 12 milioni di giocatori e la media voto sul Play Store pari a 4,5 stelle parlano da soli. Ciò che possiamo valutare, positivamente, è la nuova interfaccia grafica funzionale e moderna che va a rinnovare un titolo già di per sé piuttosto valido.

Google Play Badge