Need for Speed No Limits Copertina

In Need for Speed: No Limits si pagherà per fare benzina, nel vero senso della parola!

Lorenzo Delli

Che Need for Speed: No Limits sarebbe stato un gioco gratuito coadiuvato dagli odiosissimi acquisti in-app era già un dato di fatto. Proprio in queste settimane infatti Electronic Arts ha rilasciato il suo nuovo gioco di corse in beta privata su iOS, e già molti utenti lo stanno testando con mano. Lo spettro di Dungeon Keeper aleggiava però nell’aria, non perché questo nuovo Need for Speed sia un reboot di una vecchia versione, quanto perché gli acquisti in-app potrebbero renderlo un titolo estremamente antipatico esattamente come il reboot del celebre strategico di Peter Molyneux.

LEGGI ANCHE: Need for Speed: No Limits – ecco un primo hands-on

Ancora più antipatico degli odiatissimi acquisti in-app sarà il sistema ad energia: stavolta infatti EA si è impegnata particolarmente per far sì che gli utenti inizino a preferire in senso assoluto le produzioni indie. Questo capitolo si chiamerà No Limits, peccato che la benzina a vostra disposizione non vi permetterà di correre senza limiti, anzi!

Need for Speed No Limits Energia 1

Ad ogni corsa consumerete benzina, che dovrà essere ricaricata o attendendo tempi biblici (come minimo sarà 1l ogni 5 minuti, o qualcosa del genere) o utilizzando la valuta premium, che sarà  acquistabile con soldi veri e che sarà anche spendibile per le varie modifiche alle vetture.

Ma non pensate subito male di EA e Firemonkeys. In realtà si tratta di una soluzione alquanto sofisticata per rendere ancora più realistico il gioco: chissà che non vengano aggiunte anche fluttuazioni di mercato, prezzo del petrolio al barile, scioperi e quant’altro. E poi dopotutto per utilizzare la vostra automobile la benzina la pagate, perché non dovreste pagarla anche in gioco? Forse stiamo scherzando, o forse no.

Need for Speed No Limits Acquisti 1 Fonte: AndroidPolice
EAneed for speed