Parallels Access_accesso remoto al PC

Controlliamo il PC come fosse uno smartphone, grazie a Parallels Access (foto e video)

Cosimo Alfredo Pina

Android, grazie all’infinita scelta di app, offre molte funzionalità in grado di renderci produttivi anche in movimento. Ma quando abbiamo di utilizzare un programma dalle funzionalità avanzate o disponibile soltanto per le piattaforme PC, le cose si complicano. Andiamo a vedere come il servizio offerto da Parallels Access, app sbarcata da qualche mese sul Play Store, può venire incontro a coloro che vogliono accedere efficientemente al loro PC da remoto.

Controllo remoto del PC, come fosse uno smartphone

La peculiarità di Parallels Access è quella di offrire una particolare interfaccia, pensata per gli schermi touch, che permette di accedere da remoto alla principali funzioni del PC grazie ad un launcher, una barra dei programmi aperti e pieno accesso a file e cartelle. Il tutto ottimizzato per gli schermi relativamente piccoli dei dispositivi Android.

Connessione tramite client e navigazione con gesture

Il funzionamento dei Parallels Access richiede l’installazione del relativo client sul proprio PC. Una volta completata l’installazione e la registrazione al servizio, possibile anche tramite account Facebook e Google, sarà possibile fin da subito accedere alle funzioni offerte da quest’app.

In particolare, la prima schermata che ci troveremo davanti è quella del launcher. Qui, in un app drawer dalla struttura classica, saranno riportati tutti i programmi installati sul PC, che potremo avviare per controllare da remoto. Alcuni pulsanti sulla barra delle azioni ci permettono di accedere alle altre funzioni.

Sempre dalla schermata principale potremo avviare la ricerca testuale sul PC, passare al gestore di file, oltre ad aprire la barra del multitasking, con la quale accedere rapidamente alle finestre già aperte. Il controllo remoto dei programmi è molto ben strutturato e supportato da gesture e funzioni, che ne facilitano l’interazione.

Oltre a pan e pinch-to-zoom e streaming dell’audio, troviamo una comoda lente d’ingrandimento, oltre alla possibilità di inserire il testo con il riconoscimento vocale e cambiare la risoluzione. Le molteplici funzioni vengono tutte illustrate al primo avvio, da un chiaro video in italiano.

Periodo di prova gratuito e piani di abbonamento

Il servizio offerto da Parallels Access è davvero ottimo: l’esperienza risulta fluida, anche se non abbastanza da permettere la visione di un video o l’interazione con videogiochi che necessitano reattività. Rispetto alle altre app della categoria, il launcher e le altre ottimizzazioni facilitano molto l’interazione con il PC remoto.

LEGGI ANCHE: Controllare il PC dal nostro dispositivo grazie a Unified Remote

L’accesso in mobilità al nostro PC con Parallels Access è gratuito per la prima settimana, in seguito dovremo sottoscrivere, dal sito ufficiale, un abbonamento al costo di 17,99€ per un anno o 30,99€ per due. Se vi trovate spesso a dover utilizzare le funzioni che un dispositivo Android non è in grado di offrire, questo è uno migliori modi per portarsi sempre in tasca un PC (Mac o Windows).

Per provare Parallels Access, non vi resta che scaricare, recandovi sulla relativa pagina del Play Store, a cui lasciamo un collegamento con il badge qui sotto.

Google Play Badge

 

video