qualitytime_monitorare uso dispositivo

Quanto e come usiamo il nostro dispositivo? Risponde l’app QualityTime (foto e video)

Cosimo Alfredo Pina

I nostri dispositivi sono degli ottimi assistenti per tutte le attività quotidiane, dal lavoro allo studio passando ovviamente anche per il divertimento. Ma a fine giornata quante sono le ore che passiamo con la testa china sui (sempre meno) piccoli schermi? QualityTime cerca di rispondere a questa domanda e non solo.

Capire quanto usiamo lo smartphone o tablet, per limitarne l'uso

L’app QualityTime, sviluppata dal team dietro DinnerTime, lavora dietro le quinte monitorando l’utilizzo del nostro dispositivo ed in particolare di quante volte lo sblocchiamo e di quali app facciamo maggior uso. Tuttavia le funzioni di quest’app non sono solo passive; un blocco temporaneo del dispositivo e degli avvertimenti promettono di aiutare a tenere sotto controllo un’utilizzo eccessivo del nostro Android.

Grafici, statistiche e blocco delle app

L’interfaccia di QualityTime è piuttosto originale e si basa su delle schermate raggiungibili con degli swipe. La prima che troveremo all’apertura è quella relativa al giorno corrente dove sono riportate le ore che abbiamo passato a schermo acceso e una cronologia oraria delle app lanciate. Premendo sull’indicatore delle ore potremo visualizzare ciclicamente quante volte abbiamo sbloccato lo schermo o avviato una qualsiasi app.

Gli stessi dati sono consultabili per il giorno il giorno precedente (raggiungibile con uno swipe da sinistra). Una gesture dal bordo superiore ci fa invece passare al riepilogo giornaliero, dove una statistica e un grafico ci indicheranno le app maggiormente usate e l’andamento dell’uso del dispositivo; ripetendo lo swipe si passa all’analogo riepilogo, relativo alla settimana.

LEGGI ANCHE: Controllare l’uso dello smartphone fatto dai propri figli con TimeAway

Premendo sull’icona di un’app specifica potremo visualizzarne il dettaglio ed impostare un allarme che scatterà quando avremo raggiunto la soglia di utilizzo, da noi impostata. Dalla prima schermata potremo raggiungere le impostazioni dove potremo disattivare la notifica dell’app, impostare un allarme per l’uso globale, oppure escludere alcune app dal monitoraggio.

A completare le funzionalità di QualityTime troviamo un blocco del dispositivo che non ci permetterà di accedere alle app (salvo il dialer ed altre specificate) per un periodo di tempo selezionabile. Un tasto di sicurezza ci permette di riattivare il dispositivo dopo trenta secondi.

Presto l'integrazione con altre app

L’app, totalmente gratuita, è ancora nelle prime fasi dello sviluppo, ma le funzionalità offerte sono già ottimamente sviluppate; nelle prossime versioni sarà introdotta anche l’integrazione con l’app IFTTT. Se dunque non avete paura di scoprire quanto tempo consumate sul vostro Android, non vi resta che provare QualityTime, che potrete scaricare dal Play Store raggiungibile anche con il badge qui sotto.

Google Play Badge

video